Amsterdam Parliamone

"amsterdam e dintorni mulino"

Cosa vedere ad Amsterdam

Amsterdam è la capitale e la più grande città dei Paesi Bassi, nella provincia dell’Olanda Settentrionale, e si trova due metri sotto il livello del mare. La municipalità di Amsterdam ha 854.047 residenti (al 2018), mentre la popolazione che risiede nell’area metropolitana è di circa 2.300.000 persone. L’area al centro della città è circondata da canali .

Possiede uno dei maggiori centri rinascimentali di tutta l’Europa. Numerose costruzioni che risalgono al periodo tra il XVI e XVII secolo, conosciuto anche come Secolo d’oro, sono ora considerate monumenti storici e sono collocate intorno ad una serie di canali poligonali concentrici. Questi cingono il vecchio porto che un tempo era affacciato sullo Zuiderzee, oggi un lago separato dal resto del mare e noto con il nome di IJsselmeer. La città è famosa per ospitare il Rijksmuseum (museo statale), il museo Van Gogh, il Rembrandthuis, la casa di Anna Frank e un enorme numero di biciclette.

È anche famosa per il suo quartiere a luci rosse, De Wallen, e i suoi numerosi coffee-shop autorizzati alla vendita di marijuana e di derivati della cannabis.

Piazza Dam è la principale e storica piazza costruita sulla prima diga dell’Amstel e centro per antonomasia della città. Vi si affacciano notevoli monumenti:

Il Palazzo Reale, grandiosa opera in stile barocco, eretto a partire dal 1648 su progetto del celebre architetto Jacob van Campen come municipio della città e poi trasformato in residenza reale da Luigi Bonaparte.
Nieuwe Kerk, la Chiesa Nuova, eretta a partire dal 1408 in stile gotico brabantino è luogo delle incoronazioni della Famiglia reale.

Tutto il centro storico della città è costituito da una rete di canali lunga più di cento chilometri, circa 90 isole e 1.500 ponti.

Amsterdam e i suoi musei

Amsterdam è conosciuta anche per essere uno dei principali centri museali d’Europa. Vi si trovano due dei più celebri musei d’arte Europei:

Il Rijksmuseum Amsterdam (museo statale di Amsterdam), spesso chiamato semplicemente Rijksmuseum, è il museo che possiede la più grande collezione di opere d’arte del periodo d’oro dell’arte fiamminga (1584-1702) e una considerevole collezione di arte asiatica.

Il Van Gogh Museum possiede la più grande collezione di opere del pittore olandese Vincent van Gogh, mentre lo Stedelijk Museum è un museo di arte moderna e contemporanea internazionale.

Tra le case-museo, citiamo la Rembrandthuis, la casa di Anna Frank, il Museo Van Loon, la casa museo della potente famiglia di commercianti dei Van Loon, e il Museo Willet-Holthuysen, che offre uno spaccato di vita in una casa signorile della capitale olandese tra il Settecento e l’Ottocento.

Amsterdam e Dintorni

Cosa vedere ad Amsterdam e dintorni? Sicuramente vi sono molte cose da vedere ad Amsterdam e nei suoi dintorni, come il villaggio di Volendam, l’isola di Marken, i mulini di Zaanse Schans, e la bella città di Utrecht con il favoloso castello di De Haar.

Isola di Marken

"marken olanda faro al porto"

Marken è un villaggio di 1.810 abitanti nella municipalità di Waterland nei Paesi Bassi. Marken forma una penisola nel Markermeer e precedentemente un’isola nello Zuidersee. Il prosciugamento dei polder circostanti ha cambiato la morfologia del territorio rendendolo una penisola questo antico villaggio di pescatori.

Volendam

Volendam è un villaggio e porto peschereccio della costa sud-orientale dell’Olanda Settentrionale, situato nella regione del Waterland ed affacciato sul Gouwzee, parte del Markermeer, vale a dire il tratto meridionale dell’IJsselmeer. Il suo porto e il lungomare, sembrano usciti da un libro delle favole. Si trova molto vicino ad Amsterdam.

Mulini Zaanse Schans

Zaanse Schans è una piccola comunità di 40 case situata a nord-est di Amsterdam, sulla banchina del fiume Zaan. Si trova a Zaandam, nella municipalità di Zaanstad, nell’Olanda Settentrionale. Nel XVIII secolo questa regione era un’area industriale con oltre 700 mulini a vento. Si può raggiungere in auto, treno o bus dalla stazione centrale di “Amsterdam”. Per i più coraggiosi si può arrivare anche utilizzando una bicicletta noleggiata in uno dei numerosi rent-bike che si trovano ad Amsterdam, una esperienza da provare con la bella stagione e i campi in fiore di mille colori di tulipani diversi.

Dire cosa vedere ad Amsterdam e dintorni non è facile, vista la bellezza di tutta la zona. Spostandoci più a sud di Amsterdam si trova da vedere la città di Utrecht con il castello di Dee Haar.

Castello di De Haar

Il castello De Haar è un castello in stile neogotico del villaggio olandese di Haarzuilens, risalente al XIII – XIV secolo e ricostruito nella forma attuale tra il 1892 e il 1912 su progetto dell’architetto Pierre Cuypers. È il più grande castello dei Paesi Bassi. L’edificio è appartenuto alle famiglie Van de Haar e Van Zuylen van Nijevelt, famiglia che – nonostante il castello sia ora di proprietà della città di Utrecht tuttora vi risiede durante il mese di settembre (mese in cui il castello rimane chiuso al pubblico). Anche se dista una mezz’oretta da Amsterdam, vale la pena di visitarlo.

Utrecht a 30 minuti da Amsterdam 

Il centro urbano si estende intorno al nucleo centrale e più antico della città. Nel cuore del centro svetta la torre del Duomo di Utrecht: con i suoi 112,32 m di altezza è la torre campanaria più alta dell’intero paese. Da esso, nelle giornate di bel tempo, è possibile vedere Amsterdam (che si trova a 35 km a nord). La maggior parte degli edifici del centro risale all’epoca d’oro dei Paesi Bassi, ovvero al XVI e XVII secolo, quando questi erano una grande potenza coloniale. Di conseguenza, il centro della città appare a tutt’oggi elegante con abitazioni ed edifici raffinati e riccamente decorati. La città è attraversata da diversi canali. Nelle giornate di sole, i bar, i ristoranti ed i negozi che si affacciano sul canale Oudegracht sono affollati.

Dal punto di vista economico Utrecht si distingue da molte altre città olandesi per la forte tendenza al commercio: i suoi negozi sono molto rinomati in tutti i Paesi Bassi.

“Amsterdam e Dintorni” il libro:

Perché questo libro e di cosa si tratta? Perché sono un fotografo ed ho voluto aggiungere parole alla bellezza ed emozioni uniche che le foto sanno dare. Ecco che allora mi sono reinventato fotografo/scrittore freelance di viaggi.
Viaggi che “racconto” non scrivo. Mi spiego meglio, non si tratta di guide di viaggio di cui il web ne è pieno, ma appunto di “racconti” di viaggio di una persona normale come voi, che decide di viaggiare per scoprire cose nuove e belle del mondo in cui viviamo.
Cerco di fare viaggi semplici, fattibili per chiunque abbia voglia di viaggiare anche con poche disponibilità economiche. Quindi per il momento mi oriento su viaggi nel nostro continente europeo, per permettere qualora il lettore lo voglia, dopo aver sognato il viaggio, di poterlo facilmente realizzare. Perché ricordate sempre che un viaggio lo si vive tre volte “Quando lo si sogna, quando lo si realizza, e quando lo si ricorda”.
Porterò quindi il “lettori viaggiatori” insieme a me nei miei viaggi, in prima persona, non solo descrivendo bellezze e posti che andremo a trovare, ma vivendo la giornata insieme, in un racconto scorrevole e a tratti ironico, condito dalle mie esclusive fotografie, che possano rendere al meglio i luoghi in cui voi lettori verrete portati in mia compagnia.
Questo è quanto concerne il perché, e il come sono scritti i miei libri, ma di cosa parla il libro “Amsterdam e Dintorni”?
Vi porterò in giro per le vie di Amsterdam, percorrendola in lungo ed in largo, grazie all’utilizzo di una bicicletta a noleggio, perché come i più sapranno, Amsterdam è il paradiso delle biciclette.
Qui le biciclette hanno la precedenza su tutto, auto e pedoni. I ciclisti corrono come dei pazzi, all’interno delle piste ciclabili presenti in tutta l’area interna ed esterna Amsterdam. Se non fate attenzione vi “impallinano come anatre” e poi vi maledicono pure. Questo mia ha portato a coniare una frase messa nel mio libro, che recita “ è più pericoloso andare in bici qui che in tangenziale…”.
Oltre ad Amsterdam con i suoi canali, musei (ricordo l’importantissimo museo di Van Gogh o il Rijksmuseum tra i più importanti musei d’arte d’Europa situato in uno splendido palazzo), il suo caratteristico quartiere a luci rosse di De Wallen, vi accompagnerò nei dintorni d’Amsterdam, nel villaggio di pescatori di Volendam e il suo porto pieno di mille colori, l’isola di Marken con il suo villaggio che sembra uscito da un libro delle favole. E gli immancabili mulini di Zaanse Schans una località a 20 km da Amsterdam dove in passato si trovavano 700 mulini a vento, e dove ora ne sono conservati alcuni funzionanti in un atmosfera quasi surreale.
Poco più a sud vedremo la bella città di Utrecht, con il suo antico centro storico, ed il favoloso castello di De Haan, che definisco favoloso perché sembra un castello delle fiabe, tra i più grandi castelli d’Europa.
Che altro dire…leggetelo, viaggiate, sognate, divertitevi…tutto questo è “Amsterdam e Dintorni”

"amsterdam parliamone autore libro mulini tramonto"

“Amsterdam e Dintorni parliamone”  by Luca Rubbis