"coppia elegante maschere molto colorate"
Racconti di Viaggio,  Venezia

Carnevale di Venezia

Carnevale Venezia 2022

In questo articolo, che aggiornerò giorno per giorno, racconterò con le mie foto, il “Carnevale Venezia 2022”. Da domenica 20 Febbraio fino a Martedì 2 Marzo, ultimo giorno di carnevale “martedì grasso” sarò presente tra calli e campielli.

Ogni giorno pubblicherò delle foto scattate nella giornata, di quest’evento importante e storico per la città di Venezia. Un evento che succede a due anni di pandemia che ne hanno bloccato e impedito la realizzazione. Speriamo che questo Carnevale di Venezia 2022 possa essere il carnevale della rinascita. 

Rinascita sia come festa, come momento di gioia e di socializzazione tra la gente, sia per una città come Venezia martoriata da questa pandemia.

Carnevale a Venezia 2020

Ho già scritto in un altro articolo dell’ultimo carnevale tenutosi prima e durante la pandemia del 2020. Carnevale 2020 frettolosamente poi sospeso prima del termine. L’atmosfera era già surreale, e nulla lasciava presagire al meglio. Questo articolo lo troverete e lo potrete leggere (e vedere le splendide foto) cliccando qui… 

Per questo carnevale di Venezia spero di poter commentare solo gioia e rinascita, grazie alle mie fotografie. Foto che saranno accompagnate giorno per giorno da poche righe, lasciando la parola alle immagini.

"maschera carnevale azzurra verde con palla della fortuna in mano"

Immagine suggestiva di una misteriosa maschera del carnevale 2020

D’altro canto, quale miglio cosa per descrivere la magia di queste splendide maschere, se non con le foto? Prima però, lasciatemi ricollegare all’articolo sul carnevale del 2020 descrivendovi un pò quella che è la storia della maschera veneziana.

La maschera veneziana

Le origini della storia delle maschere veneziane sono inizialmente scisse dalla storia del Carnevale. Se i primi festeggiamenti di strada sono testimoniati già dall’anno mille, l’uso delle maschere avviene regolamentato solo a partire dal 1200.

Le maschere venivano realizzate in cartapesta e adornate da pietre preziose, colori e tessuti. Esse diventarono da subito sinonimo di libertà d’espressione, trasgressione alle regole della Repubblica Serenissima. Gioco, festa e possibilità di diventare chiunque si volesse. L’uso di questo travestimento, però, venne limitato con una legge specifica del 1268. Si potevano utilizzare solo in determinate occasioni, escludendo il Carnevale e altre feste ufficiali della città.

I Mascareri e la mariegola

Pittori e targheri costituivano una delle professioni più antiche di Venezia, i mascareri. Dal 10 aprile 1436 questa nuova professione si dotò anche di una mariegola che ne regolamentava il lavoro. Vi starete chiedendo…”mariegola cosaaa ??”.

La mariegola, dal latino “matricula”, o Regola Madre, nelle Scuole di Venezia era lo statuto dei diritti e dei doveri degli aggregati. Ovvero una mariegola è un libro nel quale sono raccolte le leggi sistematiche di alcune Corporazioni di arti ed anche di luoghi pii. Dunque statuti di confraternite religiose o associazioni e corporazioni laiche, associazioni di arti e mestieri.

Marieloga
La Bauta

“Buongiorno Siora Maschera”…. era questo che riecheggiava tra le calli e i campielli veneziani. Alla fine del 1700 erano circa 12 le botteghe di maschere veneziane di tela cerata e cartapesta.

La maschera più tipica e famosa era la Bauta, non solo maschera, ma abito comune. Spesso veniva indossata per serate a teatro o nella case da gioco con tabarro, mantello scuro e tricorno in testa.

Considerata la maschera veneziana per eccellenza, la Bauta, è formata da una maschera vera e propria. E dal cosiddetto “zendale”, una mantellina che copriva la testa e le spalle e da un tricorno (cappello).

Grazie alla particolare forma della maschera, questa maschera riusciva persino a modificare la voce per non farsi riconoscere.

La Moretta

Altra maschera molto popolare in città era la Moretta. Di origine francese a forma ovale e ricoperta di velluto scuro, divenne molto popolare tra le dame veneziane. Una curiosità su questa maschera: veniva definita la “maschera muta”. Questa perché veniva sorretta in viso mordendo un piccolo bottone tra i denti diventando, impedendo quindi di parlare quando indossata. 

Le due maschere: la Bauta, con cappello e mantello nero, e la Moretta

Bene, ancora un po di attesa, e da Domenica ogni giorno troverete qui una selezione delle più belle maschere di carnevale di Venezia. Qui troverete il programma di tutta la manifestazione Veneziana: programma Carnevale di Venezia 2022.

Carnevale e Musei Civici Veneziani

Oltre alle maschere in giro per Venezia, le mie passeggiate comprenderanno visite ai bellissimi Musei civici veneziani. Il Museo Correr, Cà Rezzonico, Museo di Storia Naturale, Casa di Carlo Goldoni, e Palazzo Mocenigo. Vi allegherò qualche fotografia, ma di ogni singolo museo ne parlerò nello specifico in un articolo apposito.

Domenica 20 Febbraio

Come tutte le domeniche di carnevale, gran confusione di gente a Venezia. Molta affluenza, ma un ridotto numero di maschere rispetto agli anni pre-covid; c’era da aspettarselo. Alcune maschere erano quelle dell’ultimo anno. Segno che molte persone, molti turisti, non si sono arrischiati ad investire soldi in nuovi abiti.

Comunque giornata di sole gradevole, qualche bella maschera nuova c’è l’ha regalata… 

"maschere di carnevale venezia domenica"

Ma come potete immaginare, Venezia non è solo carnevale, ma sempre e comunque “arte…storia…”. Una visita alla Basilica di Santa Maria Gloriosa dei Frari in sestiere San Polo è d’obbligo. E’ la chiesa più grande di Venezia, oltre tra le più belle e importanti della città.. Al suo interno si trova il monumento funebre ad Antonio Canova.

In questo gruppo marmoreo, innalzato nel 1827 nella navata sinistra della Basilica, è custodito il cuore dell’artista. La salma invece è tumulata nel Tempio Canoviano di Possagno (TV), luogo di nascita dello scultore.

Lunedì 21 Febbraio

Giornata di relativa calma per i vicoli e le calli di Venezia; complice il lunedì, solitamente scarso d’affluenza. La giornata grigia e umida non aiuta, e le maschere oggi non sono molte.

"dama con maschera rossa"

L’atmosfera è comunque di festa, anche se si nota un sostanziale ridimensionamento ruspetto agli anni passati.

Ci si consola passeggiando per Piazza San Marco e suoi dintorni; non si resta mai delusi.

Martedì 22 Febbraio

Splendida giornata di sole, sembrava di stare a primavera. Buona affluenza di persone e di belle maschere a Piazza San Marco, considerato il giorno feriale. Molto originale e simpatica la maschera di carnevale del coniglietto. Anche se a dire il vero ha un aspetto molto serioso, quasi cattivo…ahahah.

"maschera coniglietto bianco con dama"

I primi piani delle maschere, dove si riescono a scorgere gli occhi r lo sguardo dei mascheranti, mi hanno sempre intrigato.

"coppia dama e cavaliere sulle rive di piazza san marco con sullo sfondo isola san giorgio"

Ma a Venezia le maschere di Carnevale non deludono mai. Difficile dire quale sia la più bella, sono tutte fantastiche.

Museo Correr Venezia

Ma ieri è stata l’occasione per visitare il bellissimo Museo Correr in Piazza San Marco. Consiglio vivamente di abbinarlo a una giornata di carnevale, o anche separatamente.

Al suo interno viene raccontata la storia di Venezia, con preziosi quadri, e reperti storici di inestimabile valore. Potrete visitare anche gli appartamenti imperiali, e i luoghi dove soggiornava la Principessa Sissi.

Assolutamente fantastiche sono la Biblioteca Marciana e la sala da ballo, il salone adibito alle feste…. Imperdibili!

"biblioteca marciana interni"
Biblioteca Marciana

Il salone delle feste, e una splendida sala ovale. Come vedete a carnevale a Venezia non vi è solo divertimento, ma storia e arte sono sempre presenti.

Mercoledì 23 Febbraio

"carnevale venezia"

Giornata di gran sole, Piazza San Marco sa accoglierti in modo meraviglioso in queste giornate così belle. Girando per la piazza si può notare il palco allestito quest’anno per il carnevale. Giustamente in forma ridotta per via del covid, e di evitare assembramenti.    Certo che il maxi schermo, un pochino più grande lo potevano mettere. Poco visibile da distante, e incredibilmente più piccolo delle altre edizioni.

"maxi schermo piazza san marco"

Bene concludiamo la giornata di oggi con qualche altra bella maschera…

"maschera simile ad arlecchino con palla argentata in mano"

Giovedì 24 Febbraio

Giovedì grasso da sempre uno dei giorni più importante del carnevale. Molta gente a Venezia, anche grazie e molte scolaresche in gita per vedere il carnevale nel giovedì grasso. Oggi di maschere ve ne erano tante, e di molto belle, segno che un po di vita e di normalità sta tornando. Di seguito solo poche delle molte foto da me scattate, ma sicuramente tra le più belle.

"tre maschere gemelle"
"coppia maschere lungo riva san marco"
Cà Rezzonico

Ma come per le altre giornate di visita al carnevale, Venezia non è solo maschere. Quindi oggi ho deciso di visitare anche il Museo Cà Rezzonico affacciato sul Canal Grande a Dorsoduro.

Un antico palazzo del 700 posto su tre piani, di cui attualmente solo due visitabili. Un totale di 19 sale arredate, con esposte opere del Tintoretto, Tiepolo, Canaletto… Sono solo alcuni degli artisti le cui opere sono esposte.

Un palazzo museo molto elegante, che contribuisce all’enorme patrimonio artistico veneziano.

"salone grande ca rezzonico"

Venerdì 25 Febbraio

Oggi il Leone di San Marco sembra ammirare e sorvegliare il carnevale che gioisce sotto di lui. Bentornato Leone di San Marco !!

"statua leone san marco in penombra"

Poi maschere… tante belle maschere che allietano una fresca giornata in Piazza San Marco.

"dama carnevale mascherata seduta a terra"

E con quest’ultima maschera, anche per oggi concludiamo in attesa del week end.

"maschera bianca con cappello bicorno"

Sabato 26 Febbraio

Ed eccoci arrivati alla fase più calda della festa veneziana, i giorni che da sabato fino a martedì chiuderanno la festa. Bellissima giornata di sole come quasi tutte le altre, ma con un vento gelido. Oggi il carnevale si è svolto all’insegna della “La Bella e la Bestia” una delle maschere più affascinanti presenti nella piazza.

"maschera la bella e la bestia"

Questa bellissima coppia era tra le più fotografate e acclamate tra la gente che affollava la piazza. Ma non era l’unica splendida maschera, perché al sabato il carnevale da il meglio di se. Osservate la bellezza anche di queste maschere qui sotto. 

La furba volpe con il santone fa sempre un gran bell’effetto, e due maschere “green” volutamente con mascherina abbinata alla maschera.

Museo Storia Naturale Giancarlo Ligabue

Le maschere per oggi finiscono qui, ma non finisce la mia giornata veneziana. Come vi ho già detto Venezia in questi giorni non è solo carnevale…. ma molto altro. Se venite al carnevale potete approfittare di vedere l’uno e l’altro. Se invece venite fuori epoca di carnevale, la città certo non vi deluderà, e non mancherà di offrirvi storia, musei, arte.

Ma passiamo ora ad una meraviglia fino ad ora anche a me sconosciuta: il Museo di Storia Naturale di Venezia intitolato a Giacomo Ligabue. Un museo che richiede un oretta per visitarlo, ma saprà sorprendere gli amanti del genere, e i bimbi.

Natural History Museum e National Museum of Ireland

Io ho visitato i musei di storia naturale di Londra e Dublino, e sono indubbiamente più grandi (soprattutto quello di Londra). Questi espongono molti più oggetti storici, ma la realizzazione delle sale veneziane è molto scenografica

Gli oggetti sono esposti in sale veramente belle, con luce soffusa e una musica di sottofondo. Vedrete…non ne rimarrete delusi, anzi vi sorprenderà per la sua realizzazione scenografica. Venezia è anche questo…

Domenica 27 Febbraio

Ultima domenica di Carnevale, come consuetudine l’affluenza è molto elevata, e le maschere non mancano. Il Covid ora non fa più paura, la gente si diverte; speriamo la vita continui normalmente come è giusto che sia.

"maschera pipistrello con corna"

Dopo questa serie di belle maschere veneziane, andiamo a visitare la Casa di Carlo Goldoni. Come detto questo luogo storico fa parte dei Musei Veneziani, che ricordo sono gratuiti per i residenti.

La casa di Carlo Goldoni

La dimora del famoso artista si trova a Palazzo Centanni a San Polo, ed è il luogo dove Goldoni nacque nel 1707.  Il palazzo è organizzato su un cortile con un pozzo, e una scala coperta del XV secolo. Il museo vero e proprio si trova al primo piano, disposto su tre sale.

"maschera bella maleficent"

Ma come sempre le belle maschere non sono mancate, regalando sorpresa ed emozioni a tutti i turisti. Devo dire che sono rimasto molto sorpreso dalla quantità e dalla bellezza delle maschere quest’anno. Un anno difficile, di uscita da un terribile periodo di pandemia, e con eventi terribili nell’Est dell’Europa.

Ma i turisti, la gente, con la voglia di divertirsi, di ricominciare a vivere, e lasciarsi alle spalle tristi ricordi, ha risposto “presente”. Ed eccovi qui di seguito altre meravigliose maschere di questa splendida giornata.

"dama bianca con gabbia uccellino"
Isola di San Giorgio Venezia

Oggi al tramonto mi sono spostato sull’Isola di San Giorgio per fotografare le maschere con il tramonto alle loro spalle. Ho potuto ammirare la Basilica di San Giorgio progettata da Andrea Palladio, e che si affaccia sul Bacino di San Marco.

Martedì 01 Marzo

Ultimo giorno di questo Carnevale 2022 nella splendida città lagunare. Quello che comunemente viene chiamato “Martedì grasso”. Molte maschere e gran confusione di visitatori per quest’ultima splendida giornata di sole. L’immagine regina di questa giornata la voglio dare a quella che io ho definito “La Regina delle Aquile”.

"maschera la regina delle aquile"

Grandi festeggiamenti e allegria tra i turisti, con maschere sfarzose e simpatiche. Ogni maschera, ogni persona contribuisce alla grande festa. 

"maschera sopra un muretto piazza san marco sullo sfondo"
Carnevale di Venezia la conclusione

Bene cari appassionati di questa festa veneziana, il nostro viaggio si conclude qui. Dieci giorni passati splendidamente tra maschere, calli, e le splendide opere d’arte di Venezia. Il carnevale di Venezia 2022 si conclude così, ma prima voglio regalarvi un’ultima foto. Una foto scattata dall’isola maggiore di San Giorgio al calar del sole.

Uno splendido tramonto, con una grande palla di sole infuocata che come un sipario cala sulla chermes di carnevale più importante al mondo. By By Carnevale Veneziano ci rivediamo il prossimo anno.

"tramonto a venezia con una palla infuocata"

I miei Libri/Racconti su la Sicilia e l’Irlanda arricchiti da molte mie fotografie

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.