"castello di castelbuono visto dal basso"
Posti da visitare in Sicilia,  Racconti di Viaggio

Castelbuono

Il borgo, il suo castello, e la pregiatissima Manna

Castello di Castelbuono e il borgo

Piccolo comune di 9000 abitanti della provincia di Palermo, sorge ai piedi del Colle Milocca. Nel centro del paese troviamo ancora palazzi antichi, immersi nelle vie di questo borgo autentico.

La storia di questo paese è molto antica, frequentato fin dal neolitico. Nel 1316 il conte di Ventimiglia fece erigere il castello su un antico sito bizantino. Attorno della fortezza si sviluppò poi tutto il centro abitato. Dopo un paio di terribili epidemie che decimarono la popolazione, la corte del Ventimiglia decise di fare del borgo residenza per artisti di pregio ( tra cui Torquato Tasso).

Con il completamento della Chiesa della Matrice Nuova nel 1700, Castelbuono passò da feudo a città. Grazie ad alcune famiglie nobili, riuscì a svilupparsi ed avere l’importanza e lo splendore che gli spettava. 

"piazza del centro di castelbuono"

Castello di Castelbuono

Questo castello fu costruito nel 1316 dalla famiglia Ventimiglia, sul colle di San Pietro. Edificato con quattro torri, in tre piani, più un grande piano sotterraneo, al suo interno si trova la Cappella Palatina. Realizzata in stucco su sfondo d’oro, con una serie di angeli, la Cappella Palatina di Sant’Anna è un’opera straordinaria. Al suo interno si trova il teschio di Sant’Anna, sul quale esistono numerose leggende.

Il castello sorge su di una posizione leggermente sopraelevata rispetto alla piccola piazza antistante. In passato il castello era circondato la mura, e la piazzetta faceva parte del castello. Restano solo parte delle mura, è il portone d’ingresso che porta dal paese alla piazzetta interna.

"portone che porta all interno della piazzetta antistante al castello"

Una piazzetta tranquilla, con alcuni locali che servono buone pietanze del luogo.

La chiesa di SS Maria Assunta

Anche conosciuta come Matrice Vecchia venne eretta nel 1362 e realizzata con tre navate ma, nel XV secolo, ne venne ingrandita e fu aggiunta una quarta navata. Il porticciolo esterno invece venne realizzato nel XVI secolo. Di notevole importanza al suo interno troviamo, un Ciborio di marmo del XVI secolo e una Cripta sotto il Presbiterio.

La Matrice Nuova dedicata alla Natività della Beata Vergine Maria, venne costruita tra il XVI è il XVII secolo. In suo interno è a croce latina, con 12 colonne rivestite di stucco.

"disegno di chiesa a croce latina"

Per farvi capire, questo è il disegno di una chiesa a croce latina a tre navate. Le navate sono la suddivisione interna della chiesa, come potete vedere.

Ma Castelbuono conta una ventina di altre chiese sul suo territorio, oltre al Museo Civico. Al suo interno si possono vedere i pregevoli manufatti connessi al culto di Sant’Anna.

Tra le viuzze del centro di Castelbuono

Visitare Castelbuono, vicino Palermo vuol dire anche solo passeggiare per le sue antiche e strette vie medievali. Le sue case, i suoi palazzi, e la tranquillità che regna vi sorprenderà. Ma attenzione a dove parcheggiate l’auto in questi piccoli borghi. Non sarà poi così difficile perdere l’orientamento tra le viuzze che sembrano tutte uguali. E ciao, alla vostra auto; vi ci vorrà un elicottero per ritrovarla ahahahah. Perdonate la mia ironia, ma fate attenzione, io in un paio di occasioni ho fatto non poca difficoltà per ritrovare l’auto.

In questi piccoli borghi medievali ci si può confondere facilmente, salendo e scendendo dai vicoli. Segnatevi sempre il nome della via, così nel peggiore dei casi userete Google Maps. Ascoltate il consiglio, magari mi ringrazierete. Nel mio libro Sicilia da Raccontare troverete un paio di storie, e di aneddoti interessanti e ironici su questo.

Castelbuono e la Manna

Dovete sapere, che nei boschi circostanti il paese, si trova la Manna, una particolare sostanza che fuoriesce dalla corteccia degli alberi. Le uniche coltivazioni presenti in Italia e nel Mondo di questa sostanza, sono proprio queste, a Castelbuono e Pollina.

La Manna è un prodotto zuccherino, che viene usato nei prodotti agroalimentari, o in cosmesi. Con la Manna si possono realizzare creme, o prodotti per il corpo. Inoltre ha proprietà digestive come regolatore intestinale. Vedere fuoriuscire questo prodotto dalla corteccia degli alberi, è sicuramente uno spettacolo unico al mondo.

Cosa vedere a Castelbuono

Oltre le cose già citate, il paese non vi farà mancare la miglior arte culinaria siciliana, con piatti tipici, dai profumi acri e speziati. Molto conosciuto è la Testa di turco di Castelbuono un dolce con forti influenze arabe, assolutamente da assaggiare.

Nel paese non mancano eventi e manifestazioni per tutti i gusti, soprattutto durante il periodo estivo. Tra questi voglio ricordare, dal 17 al 27 luglio si festeggia Sant’Anna, patrona del borgo. Mentre ad agosto il popolare Castelbuono Jazz Festival.

Che aspettate? Andate a Castelbuono, sarete accolti con calore e gentilezza…statene certi.

Scrittore/Fotografo/Blogger