Cork city

Cork City

La grande città nell’estremo Sud

Cork, capoluogo dell’omonima contea, seconda città d’Irlanda dopo Dublino con 120.000 abitanti.
Situata all’estremità meridionale dell’isola, sulla foce del fiume Lee, è un porto marittimo di notevole importanza.
Lo stesso fiume taglia in due la città e nel suo centro storico, si dirama in due bracci che si ricongiungono poco oltre, creando una piccola isola su cui sorse anticamente il primo insediamento urbano.
La città ha origini abbastanza antiche, la si menziona per la prima volta in documenti nel 1185, ma nacque come centro monastico fondato nel VI secolo.
I secoli successivi furono segnati da continue scorribande di vichinghi, che costarono alla città devastazioni e successive riedificazioni sino alla definitiva costruzione di una cinta muraria di cui ancora oggi rimangono alcune sezioni e il cancello principale.

Le Cattedrali di Cork

A Cork ci sono due cattedrali: la Cathedral of St. Mary and St Anne e la St. Finbarre’s Cathedral. La prima, cattolica, è stata costruita nel 1808. La seconda, anglicana, è la più celebre e imponente delle due ed è costruita sulle fondamenta di una precedente cattedrale nel 1879.

St. Finbarre's Cathedral

L’assetto urbano è in genere molto gradevole e non ha assolutamente nulla da invidiare alle altre maggiori città dell’isola, Dublino, Belfast e Limerick.
La St. Patrick street è stata più volte rimodellata fino al 2004 e ospita edifici interessanti, oltre a presentarsi come centro di shopping molto gradevole. Fu ricavata entro il 1850 colmando un ramo secco del fiume Lee.
La zona commerciale è situata invece nella Grand Parade, anch’essa ottenuta coprendo un ramo fluviale canalizzato (1790-1801) e passa tra i quartieri di formazione medioevale, e la città moderna, conducendo in riva al braccio meridionale del Lee, con vista verso le guglie di St. Finbarr’s (una delle strade principali) e in Oliver Plunkett Street.
Il vecchio centro finanziario è il South Mall con numerose banche che al loro interno conservano l’assetto tipico del XIX secolo.

Cosa vedere a Cork

Molti degli edifici tutt’oggi visibili presenti a Cork sono in stile Georgiano.
Per chi dovesse decidere di fermarsi più di un giorno a Cork, oltre i confini della città troverete un piccolo museo con la storia del Titanic, epici castelli e graziose cittadine di mare a breve distanza.
Una delle destinazioni più amate per escursioni di una giornata da Cork è Cobh, una bella città portuale con una storia agrodolce. Un tempo principale porto di emigrazione dall’Irlanda, Cobh fu l’ultima sosta del Titanic e la storia è splendidamente raccontata nella Titanic Experience negli antichi uffici della White Star Line.

Un lato totalmente diverso della storia dell’Irlanda è contenuta nel Blarney Castle, una fortezza medievale a breve distanza in auto dalla città. Vi sono prigioni, giardini, grotte e una passeggiata lungo il lago, oltre alla famosa Blarney Stone (una grande pietra), che – se baciata – sembra donare l’eloquenza.

Dove mangiare

Se volete mangiare in un locale caratteristico in centro città, l’Oliver Plunkett che è un classico pub irlandese, situato in Oliver Plunkett Street nel cuore di Cork, famoso per la danza e la sua travolgente musica tradizionale.  Le pareti e i soffitti erano rivestiti con una raccolta di vecchie foto, citazioni irlandesi e altri cimeli curiosi.

Le immagini e i dipinti vanno da Michael Collins alla visita di John F. Kennedy a Cork negli anni ’60, a Rory Gallagher, Tom Barry e Johnny Rotten, solo per citarne alcuni. Il pub è pieno di righe di poesie, canzoni e vecchi oggetti irlandesi, in modo che ovunque tu sia seduto al bar, ci siano cose interessanti da guardare o leggere.

Cosa vedere in Irlanda