"veduta canal grande senza barche acqua calma"

Cosa vedere a Venezia

Venezia

Venezia è una città unica, un vero e proprio museo a cielo aperto. Semplicemente camminando per calli e campielli cose da vedere a Venezia ne troverete ad ogni angolo. Ma prima di analizzare cosa vedere a Venezia  parliamo un po di Venezia.

Gli abitanti del centro storico di Venezia sono poco più di 50.000 anche se come Comune di Venezia ne conta più di 250.000. Il centro storico di Venezia si suddivide in sei sestieri: Dorsoduro, Santa Croce, San Polo, San Marco, Cannaregio e Castello. I sestieri della città antica si articolano intorno alla doppia ansa del Canal Grande, da cui si snoda una fitta rete di circa 158 canali minori.

Isole di Venezia

Abbiamo poi numerose isole minori che si trovano nel territorio veneziano. Molte disabitate, altre abitate. Le più importanti sono: Murano, BuranoLido di Venezia. Ma abbiamo anche Torcello, Sant’Erasmo, Pallestrina.

Parlare della storia della Repubblica di Venezia la cui città è stata per 1.100 anni la capitale della Serenissima Repubblica di Venezia è argomento vasto. Vi sarebbe molto da dire, e non è in linea con questa sezione che parla su cosa vedere a Venezia. Qualche informazione sulla storia di Venezia l’aggiungerò alla fine. Ora ci concentreremo su cosa vedere a Venezia, luoghi, chiese, musei.

Le informazioni su Venezia verranno aggiunte e aggiornate di volta in volta, rendendo questa sezione una completa fonte di informazioni Venezia.

"canal grande con vaporetto barche al tramonto"

Cose da vedere a Venezia

Su cose da visitare a Venezia vi è solo l’imbarazzo della scelta, l’unica cosa che serve è il “tempo a disposizione”. Le cose da vedere a Venezia spaziano tra piazze e campielli, eleganti palazzi di Venezia come ad esempio Palazzo Fortunyo il bellissimo Palazzo Mocenigo. Palazzi nobiliari veneziani che sono sedi di musei civici o privati.

Cercherò di inserire i luoghi meno conosciuti di Venezia, perché Piazza San Marco, o il Duomo di Venezia sono conosciuti da tutti. Tra tutti i luoghi mi preme evidenziare i Musei Civici Veneziani, di cui troverete un approfondimento in quest’articolo.

Musei Veneziani

La Fondazione dei musei Civici Veneziani possiede un immenso patrimonio culturale, con oltre 700.000 opere d’arte. Dei Musei Civici Veneziani fanno parte: Palazzo Ducale, Museo Correr, Cà Pesaro, Cà Rezzonico, Palazzo Mocenigo, Museo di Storia Naturale, la casa di Carlo Goldoni e Palazzo Fortuny. A questi si aggiungono Museo del Merletto, il Museo del Vetro, e la Torre dell’Orologio.

Ma dopo tutte queste anticipazioni, incominciamo ad evidenziare tutti gli articoli sulla meravigliosa e unica città sul mare.

Cosa vedere a Venezia

Musei Civici di Venezia

Scoprite i più bei musei veneziani, tra arte, cultura, e storia di Venezia

Palazzo Museo Fortuny

La favolosa casa museo di Mariano Fortuny, fra tessuti e opere d’arte

Palazzo Museo Mocenigo

Uno dei più bei palazzi di Venezia, museo del tessuto e dei profumi

Chiesa di San Pantalon

Se cercate il più grande dipinto su tela al mondo, lo troverete in questa chiesa

Basilica dei Frari

La chiesa più importante di Venezia dopo il Duomo, ospita la tomba del Canova. Una vera chiesa museo

Chiesa San Nicolò dei Mendicoli

Un vero gioiello fuori da ogni percorso turistico, vi stupirà per i suoi interni

Ca’ Rezzonico

Museo del 700 veneziano in uno dei più bei palazzi nobiliari di Venezia

Museo Correr

Il Museo Correr è il più importante museo di Venezia

Ca’ Pesaro

Questo palazzo ospita il Museo d’Arte Moderna e il Museo d’Arte Orientale

Burano

Definita uno dei dieci paesi più colorati al mondo: Burano l’isola dei colori

Il carnevale di Venezia

Le più belle foto della festa che si tiene ogni anno

"veduta campanile di san marco e lampioni luce"
Venezia un giorno

Cose da vedere in un giorno a Venezia, tra calli, campielli e musei

Murano

Murano cosa vedere nell’isola famosa per la produzione di vetro

Museo di Storia Naturale

Un museo innovativo con un’atmosfera suggestiva

Il mio nuovo libro sui Musei Veneziani

Storia di Venezia

Di seguito descriverò la storia di Venezia in breve in quanto non si può pensare di descrivere 1100 anni di storia in poche righe. La storia di Venezia inizia nei primi secoli d.C. quando le persone dalla terraferma si rifugiarono nelle isole per sfuggire alle invasioni barbariche.

Ma Venezia incomincia a sorgere quando i primi abitanti si trasferirono definitivamente nelle isole. Questi non potevano essere  considerati dei fuggiaschi come i loro antenati, ma avevano già sviluppato diverse attività sul mare.

La storia della Repubblica di Venezia inizia convenzionalmente con la nascita delle prime autonomie politiche nell’omonima laguna e dalla fondazione del Ducato di Venezia. (eretta a Ducato tra la fine del VII secolo e gli inizi dell’VIII secolo) 

"bandiera repubblica serenissima"

La bandiera veneziana o anche bandiera Serenissina. Da notare che le sei code della bandiera veneziana sono riferite ai sei sestieri di Venezia.

Repubblica di Venezia

Il crescente sviluppo economico fu ciò che permise alla popolazione locale di raggiungere una discreta autonomia amministrativa. Questo portò alla nascita di uno Stato autonomo comunemente noto come Repubblica di Venezia. Ufficialmente la data di nascita della Repubblica di Venezia è il 697 d.C.

In breve la città conquistò l’egemonia politica e militare nell’Adriatico e, fino alla Battaglia di Lepanto, in tutto il Mediterraneo, divenendo anche il principale porto marittimo e centro di scambi economici. Per questo motivo Venezia verrà anche nominata come Repubblica Marinara di Venezia.

Va segnalato come Venezia dal 1300 al 1500 sia la terza città più popolata d’Europa e fino al 1700 una delle prime 5 in Europa. Fatto assolutamente straordinario per una città fondata sull’acqua.

Dal 697 d.C in poi incomincia una serie di eventi inenarrabili che accompagneranno la Repubblica di Venezia nei suoi 1100 anni di storia. Fu nel XV secolo che Venezia raggiunse il massimo del suo splendore. La città era il centro del commercio mondiale e la maggior città portuale del mondo, con più di 200.000 abitanti. I suoi palazzi divennero ogni giorno più lussuosi, decorati da artisti come Veronese e Giorgione. Uno tripudio d’arte, cultura, ricchezza.

Caduta della Repubblica di Venezia

La caduta della Repubblica di Venezia avverrà nel 1797 a causa di una serie di eventi. Il maggio 1797 pose fine all’indipendenza durata 1100 anni della serenissima repubblica per opera di Napoleone Bonaparte e l’Austria Asburgica.

Ma la lenta ed inesorabile caduta della repubblica, incominciò nel 1453 dopo la perdita di Costantinopoli. Se infatti la sua conquista fu l’inizio del suo apogeo, la sua perdita, nel 1453, per mano dei turchi, diede inizio ad lento inesorabile declino. A ciò si aggiunse la scoperta dell’America, che trasferì geopoliticamente gli interessi commerciali internazionali.

"mappa espansione repubblica venezia"
Mappa dei territori e rotte della Repubblica di Venezia
Ordinamento dello stato della Repubblica Veneziana

Il Doge era il capo di Stato della Repubblica di Venezia, l’incarico durava a vita. Il suo nome figurava sulle monete, le bolle ducali, le sentenze giudiziarie e le lettere inviate ai governi stranieri. Aveva il potere di promulgare le leggi, comandava l’esercito durante i periodi di guerra e faceva eseguire a suo nome tutte le sentenze giudiziarie.

La Serenissima Signoria era l’assemblea di maggior importanza del sistema governativo veneziano. Era composta dal Doge, dal Minor Consiglio e dai tre capi della Quarantia Criminale. La Signoria aveva il compito di presiedere le maggiori assemblee dello stato: il Collegio dei Savi, il Maggior Consiglio, il Senato e il Consiglio dei Dieci.

"palazzi e gondola sul canal grande venezia"
Informazioni su Venezia

Venezia per la sua particolare struttura urbanistica e per il suo immenso patrimonio artistico, è universalmente considerata una tra le più belle città del mondo,  Dichiarata, assieme alla sua laguna, patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. E’ la seconda città italiana dopo Roma per il più alto flusso turistico. E’ considerata una delle capitali del cinema europeo, grazie alla Mostra internazionale del cinema che si tiene a Lido di Venezia.

Venezia comprende anche due aree in terraferma: Marghera, la zona industriale, e Mestre, la zona commerciale e residenziale. Vi sono poi la bellezza di 62 isole, Non tutte però sono visitabili o facilmente raggiungibili. Le principali sono: Murano, Mazzorbo, Burano, Torcello,  Sant’Erasmo, San Francesco del Deserto, Lazzaretto Nuovo, San Michele.

E’ un’isola anche la Giudecca. che è più vicina al centro storico della città. Particolarmente bella è la sua estremità, dove sorge l’isola di San Giorgio, che domina il Bacino di San Marco.

Arte e artisti

La storia artistica veneziana si è sviluppata nei secoli in modo singolare e anacronistico, rispetto al resto dell’Europa. Nel XVIII secolo, Venezia è uno dei centri culturali e artistici più importanti al mondo.

Tra gli artisti più importanti citiamo: Paolo Veneziano, precursore della pittura veneta. Giovanni Bellini il quale fu l’anello di congiunzione tra il Rinascimento italiano e gli sviluppi della pittura lagunare. Ma la lista di massimi esponenti della scena artistica veneziana del XV-XVI secolo continua con Giorgione (1478 circa–1510), Tiziano Vecellio (1488 circa–1576) , il Tintoretto (1518–1594). E ancora Palma il Vecchio (1480–1528), Jacopo Palma il Giovane (1549–1628), Giovanni Battista Tiepolo (1696–1770), Giovanni Antonio Canal (1697–1768) detto  il Canaletto.

Chiudiamo questa lunga ed “incompleta” lista con lo scultore Antonio Canova e lo scrittore Carlo Goldoni (1707 –1793). Ma, come detto, questi sono solo i più conosciuti alla maggior parte delle persone, ma Venezia è stata una vera fucina di grandi artisti.

TORNA ALL’INIZIO DELLA PAGINA