Isole Canarie – Tenerife

"isola tenerife"

Isole Canarie

Le Isole Canarie sono un grande arcipelago di sette isole maggiori e altre isolette minori, tutte di origine vulcanica, situate nell’oceano Atlantico al largo dell’Africa nord-occidentale, e formano una comunità autonoma della Spagna. Grazie alla loro posizione geografica, le isole Canarie sono la regione più meridionale e occidentale della Spagna. È anche una delle otto regioni, con particolare considerazione di Nazionalità storica riconosciute come tali dal governo spagnolo.Il ruolo di capoluogo è diviso tra Santa Cruz de Tenerife e Las Palmas de Gran Canaria

Le Canarie sono isole tropicali, situate nell’oceano Atlantico, davanti alla costa dell’Africa e al Sahara, al largo del Marocco, poco più a nord rispetto al Tropico del Cancro (al 28º parallelo, ovvero alla stessa latitudine di Florida, Bahamas, Bermuda, Caraibi, Hawaii).

Le isole per ordine di estensione, sono:

Tenerife 2 034,21 km² (capitale Santa Cruz de Tenerife);
Fuerteventura 1 659,71 km² (capitale Puerto del Rosario);
Gran Canaria 1 560,10 km² (capitale Las Palmas de Gran Canaria);
Lanzarote (La Graciosa) 845,90 km² (capitale Arrecife);
La Palma 708,26 km² (capitale Santa Cruz de la Palma);
La Gomera 369,74 km² (capitale San Sebastián de la Gomera);
El Hierro 268,70 km² (capitale Valverde).

Tenerife

Santa Cruz de Tenerife è la capitale dell’isola e della provincia omonima, nonché la città più grande e più popolata, con 221.956 abitanti. Tra il 1833 e il 1927, Santa Cruz de Tenerife è stata la sola capitale delle Canarie, fino a quando nel 1927 un decreto ordinò che la capitale delle Canarie fosse condivisa con Las Palmas de Gran Canaria. La seconda più grande città di Tenerife e terzo comune per numero di abitanti dell’arcipelago (148.375) è San Cristóbal de La Laguna, riconosciuta come patrimonio dell’umanità. Le due città (Santa Cruz de Tenerife e La Laguna) sono fisicamente collegate, in modo tale che il numero dei loro abitanti è di circa 400.000 persone.

L’isola possiede anche un altro patrimonio dell’umanità riconosciuto dall’UNESCO: il Parco nazionale del Teide creato intorno al terzo vulcano più grande del mondo nonché la montagna più alta di tutta la Spagna, il Teide. Tenerife è conosciuta anche come una destinazione turistica in Spagna e nel mondo, riceve più di cinque milioni di turisti ogni anno, l’isola più visitata dell’arcipelago.

Tenerife è un’isola vulcanica, la cui formazione è cominciata nel fondo del mare in un periodo compreso tra 20 e 50 milioni di anni fa.

Secondo una delle teorie attualmente accettate dalla comunità scientifica, l’aumento di magma fu la causa dell’origine del vulcano che avrebbe dato vita all’isola. Questo fenomeno, chiamato lava a cuscino, ha dato all’isola la forma caratteristica di oggi. Questi materiali si accatastano e costituiscono le fondamenta dell’isola sotto il mare.

Dopo un lungo tempo, durante il quale i materiali si accatastarono, l’isola cominciò a emergere dal mare. Successivamente, l’isola avrebbe continuato a formarsi col deposito di altri materiali vulcanici. Infine, 200.000 anni fa, cominciò a sollevarsi il Teide al centro dell’isola.

La mia esperienza in questa isola meravigliosa, è durata venti giorni, dove ho potuto ammirare posti meravigliosi, persone molto cordiali, oltre che un costo della vita molto inferiore che in Italia. Per informazione il costo della vita è di quasi il 30% in meno, il costo della benzina si aggira sui 0,80/0,90 euro, costi di autostrade non ve ne sono, come i costi  di riscaldamento sono azzerati, in quanto le temperature sono primaverili durante tutto il periodo autunno/inverno. In estate le temperature sono elevate durante il giorno, ma la sera la temperatura è piacevole, tanto che in alcune zone può servire un maglioncino, se non una giacca primaverile. Questo fa si che l’utilizzo del condizionatore sia quasi inutile a Tenerife, perché non vi è umidità, e all’ombra la temperatura è gradevole anche di giorno.

Il clima nell’isola è molto vario e cambia anche solo con lo spostarsi di pochi km, per quello consiglio alla sera di aver sempre con sé una giacca o una felpa, se ci si sposta nell’isola. Il mare e fantastico, limpido, con molte specie di pesci, anche tropicali, ma chiaramente l’acqua è più fredda che non da noi. Non dimentichiamoci che si tratta di Oceano Atlantico, quindi benché il clima sia mite tutto l’anno, la balneazione è possibile solo nei mesi estivi, anche se per i più temerari, con l’utilizzo di una muta da snorkeling potranno fare il bagno tutto l’anno. Attenzione però, perché generalmente essendo le spiagge affacciate sull’oceano, generalmente il mare è mosso, con forti onde o correnti, quindi attenzione o dove fate balneazione. Spiagge sicure ve ne sono molte, con assistenza ai bagnanti, o ombrelloni, e una cosa che vi stupirà, docce con acqua calda dappertutto. Vi chiederete come mai? Perché l’acqua arrivando dal sottosuolo è calda…non dimenticatevi che siete su di un isola vulcanica, quindi molte falde acquifere nel sottosuolo sono calde.

Dettovi anche questa lezione di geologia, vi ricordo che comunque in tutta l’isola, sono presenti delle piscine naturali dove è possibile fare il bagno in assoluta sicurezza, perché sono separate dal mare da colate vulcaniche che le hanno formate nel corso dei millenni. Queste sono comunque collegate al mare da piccole uscite, o caverne sotterranee. Vi consiglio vivamente di visitarne alcune, perché sono assolutamente fantastiche, e gratuite.

Queste sono alcune delle numerose piscine naturali nell’isola di Tenerife.

Santa Cruz de Tenerife

Santa Cruz de Tenerife è, dal 1833, la capitale della Comunità Autonoma delle Canarie e condivide questo ruolo con Las Palmas de Gran Canaria. Si trova nella zona nordest dell’isola, dove confina con San Cristóbal de La Laguna ed El Rosario, e copre una superficie di 150,56 km². Costituisce, assieme alla città di La Laguna, l’area metropolitana. Il porto più importante per le comunicazioni marittime tra Europa, Africa e America, ma anche per le isole Canarie orientali, e accoglie navi commerciali e navi da crociera.

Santa Cruz è una città allegra e luminosa. La sua festa più famosa è tuttavia il Carnevale, dichiarato Festa di Interesse Turistico Internazionale. Le strade invitano a godersi l’aria aperta, le passeggiate e i parchi, grazie alla temperatura media annua di 21,2°C. Il centro della città ospita innumerevoli strade pedonali che creano una grande atmosfera, lungo le quali è davvero piacevole fare shopping e trovare prodotti provenienti da tutto il mondo. Gli edifici storici più importanti convivono con grandi opere architettoniche contemporanee.

Le aree di balneazione più famose, un po’ distanti dal centro della città, sono le recondite spiagge di Taganana e Benijos, ma anche Playa de las Teresitas, ornata da palme e situata vicino al quartiere dei pescatori di San Andrés. Il Parco Marittimo César Manrique è un insieme di piscine ubicato nella nuova zona di espansione della città. A proposito di questo parco marittimo, devo dire che ci sono stato due volte, ed è assolutamente fantastico. E’ composto da diverse enormi piscine, con isolotti e palme al loro interno. L’acqua è marina, aspirata dal mare confinante, ed i servizi all’interno sono ottimi. Ma ciò che mi ha lasciato perplesso è il costo d’ingrasso…2,5 euro, una sciocchezza. Se poi volete lettino e ombrellone lo prendete a parte, al costo di 2/3 euro all’uno, ma se non volete potete sistemarvi liberamente con il vostro asciugamano sul verde, o in varie zone del parco.

La sabbia dorata di Playa de las Teresitas si estende per quasi un chilometro lungo la costa nord-est dell’isola. La spiaggia si trova ai piedi delle montagne Anaga, appena fuori dalla capitale Santa Cruz, nel villaggio di San Andrés. E’ la spiaggia ideale per rilassarsi e prendere il sole. Nonostante la sua popolarità, Las Teresitas rimane un luogo incontaminato.

"playa el medano tenerife"

La spiaggia di El Médano è situata sulla costa meridionale di Tenerife, vicina all’aeroporto Reina Sofia. Si caratterizza per un lungo tratto di sabbia dorata e onde molto alte: chi ama gli sport acquatici dovrà dirigersi qui senza esitazione. Ci sono lettini, ombrelloni e docce, cabine per cambiarsi ed è accessibile per persone con disabilità: questi sono solo alcuni dei motivi per cui questo posto ha guadagnato il prestigioso premio Bandiera Blu. Ogni anno qui si svolge una tappa dei campionati mondiali di windsurf, e durante l’evento centinaia di sportivi realizzano i loro trick sulle tavole. Una passeggiata parallela alla spiaggia è fiancheggiata da negozi, ristoranti, bar e caffetterie. Ci sono anche diverse occasioni per noleggiare attrezzature per sport acquatici e mute.

Playa de Martiánez

Si trova nella vivace città di Puerto de la Cruz, a nord di Tenerife e si caratterizza per sabbia vulcanica e acque calde. E’ molto apprezzata dai surfisti per le alte onde che bagnano la spiaggia. Accanto alla spiaggia si trova una delle attrazioni più celebri di Tenerife, il Lago Martiánez, dove l’acqua salata dall’oceano viene filtrata in un grande parco acquatico formato da piscine, cascate, splendidi giardini paesaggistici, aree prendisole, ristoranti, bar e caffetterie. Il Lago Martianez è stato progettato dall’artista di Lanzarote César Manrique, e si tratta di un ottimo posto per trascorrere una giornata con i bambini.

Playa di Los Cristianos

Situata a ovest dell’aeroporto di Tenerife Sud Reina Sofía ed è uno dei luoghi più frequentati e affollati delle Canarie. La spiaggia è bellissima e nelle vicinanze si trova il porto cittadino che propone minicrociere, escursioni subacquee e gite verso la vicina isola di La Gomera. Molto famosa la lunga passeggiata in riva al mare con ristoranti, bar e caffetterie di buona qualità che offrono piatti tipici delle Isole Canarie. La spiaggia è grande, ha sabbia dorata, acque tranquille ed è dotata di lettini e docce. Vicino a Los Cristianos si trova Playa de las Vistas, un altro lungo tratto di sabbia morbida dorata e piena di tutti i comfort. Qui si possono praticare sport acquatici e affittare pedalò.

Playa de las Américas

Si trova sulla costa meridionale dell’isola, e si caratterizza per spiagge dorate e calde acque calme. Questa vivace e colorata destinazione turistica è famosa per le sue feste. I giovani si dirigono verso Playa de las Américas, in particolare lungo il tratto di un chilometro chiamato Verónicas, ricco di locali notturni, cabaret, locali di musica dal vivo, negozi e ristoranti. In spiaggia, si possono praticare attività acquatiche come jet-skiing, immersioni subacquee e windsurf, e un gran numero di escursioni in barca.

Consiglio: Chi sta cercando pace e tranquillità dovrebbe evitare Playa de las Américas, è il luogo più vivace e turistico di tutta Tenerife.

Playa de los Gigantes

Si trova sulla costa del comune di Santiago del Teide, nella parte ovest dell’isola di Tenerife. La spiaggia è formata da finissima sabbia nera, e il porto turistico della città è molto vicino alla spiaggia, quindi è normale vedere un sacco di movimento nella zona. Questa spiaggia è famosa per il suo paesaggio fantastico, in quanto da esso si ha una splendida vista sull’imponente Scogliera dei Giganti. Sulla spiaggia ci sono molti servizi, tra cui docce e lettini. In questa zona io ho trascorso una settimana intera.

Comunque l’isola possiede moltissime spiagge di alta qualità, che vanno da quelle con sabbie dorate a quelle vulcaniche. Spesso si accede facilmente alle spiagge, che in gran parte sono equipaggiate con docce, ombrelloni, sdraio e altro ancora. Ma non dimenticatevi di vedere le spiaggette più isolate ed impervie, sono quelle che per natura e tranquillità affascinano di più.

Si possono degustare molti prodotti tropicali in queste isole: dalla frutta esotica come papaya, avocado, mango e platano (varietà di banane) fino alla grande varietà di succhi di frutta tropicali e tanti altri prodotti tipici, come il miele di palma, la confettura di cactus, la crema di banane tropicali canarie, e anche le “papas arrugadas” (patate dolci ed esotiche, bollite in acqua salata e servite con salsa all’aglio e yogurt o piccante, o col mojo).

Molto interessante è l’aloe vera, una pianta succulenta tropicale originaria delle Canarie. Era considerata sacra dagli indigeni aborigeni (Guanci). L’aloe vera cresce in queste isole e ha molte proprietà: il succo è bevuto come energetico, ricostituente, ed è usato anche contro il mal di stomaco, essendo la pianta molto curativa. Come gel è usato per guarire scottature e per curare dolori muscolari; come crema è usata per la bellezza di viso e corpo.

Ma su Tenerife e le isole Canarie vi è ancora molto da dire e da fare, quindi non vi resta che preparare le valige e prendere il volo…buon viaggio.

"isola di tenerife canarie impronte piedi"