"bandiera inglese primo piano"
Racconti di Viaggio,  Vari luoghi da visitare

Londra cosa vedere

Questo articolo non vuole essere una guida su Londra cosa vedere, ma bensì una racconto di Londra. Vi racconterò la città come foste li con me, con un pizzico di ironia che contraddistingue tutti i mieli libri. Quindi questo articolo non sarà una guida di viaggio ma bensì un racconto di viaggio insieme a me. Ciò non vuol dire che non vi mostrerò cosa vedere a Londra in 3 giorni, ma solo che lo vedrete in un modo alternativo.

Di guide turistiche su Londra ve ne sono tantissime, di chi vi “regala” un racconto di Londra vi sono solo io. Bene, dopo questa che è a tutti gli effetti una premessa, venite andiamo a passeggiare per le strade di Londra.

Cosa vedere a Londra

Londra è una città enorme, cosmopolita, con un’infinità di cose importanti da vedere. Ma bisogna scegliere cosa vedere a Londra e cosa tralasciare, se non si hanno molti giorni a disposizione.

Solitamente chi va in questa metropoli non ci va per una settimana, ma il viaggio si concentra in pochi giorni. Non tutti hanno la possibilità di viaggiare molto, quindi con una o due settimane di tempo solitamente si visita un intero paese, no una singola città. Anche se London (in inglese) tutto è tranne che una singola città.

Infatti dal 2000 con il termine “Londra” si intende un territorio gestito dall’Autorità della Grande Londra, che include una conurbazione che vanta 9 milioni di abitanti, Questa è composta da 32 borghi londinesi più l’antica Città di Londra, comunemente chiamata The City of London.

L’intera area metropolitana è ancora più estesa e coprendo un’area di 2 584 km² comprendendo oltre 12 milioni di abitanti. Malgrado ciò col termine “Londra” viene indicato il territorio interno al raccordo anulare M25. Questa zona è poco più grande della Grande Londra che ufficialmente conta una popolazione di circa 8 milioni di abitanti.

Ad oggi è la terza più grande città per estensione territoriale in Europa, preceduta solo da Mosca e Istanbul.  L’area metropolitana conta circa 14 milioni di residenti e si estende per molte decine di chilometri lungo la valle del Tamigi, fino al suo estuario.

Bene dopo aver capito di che città enorme stiamo parlando, torniamo sul fatto che la maggior parte dei turisti ha pochi giorni a disposizione. Quindi cosa vedere a Londra con pochi giorni a disposizione?

 
"via affollata centro londra"

Cosa vedere a Londra in 3 giorni

Solitamente chi va a visitare Londra destina da due a quattro giorni per visitarla. Cosa vedere a Londra in 4 giorni o se preferiamo cosa vedere a Londra in 2 giorni. Ma noi facciamo un’equazione, c’è ne infischiamo dei due e quattro giorni, e analizziamo cosa vedere a Londra in 3 giorni.

Aeroporti di Londra

Il nostro viaggio, come tutti, inizia dall’aeroporto di Londra, o meglio da uno degli aeroporti di Londra. Infatti questa metropoli ha ben quattro aeroporti per ciò che concerne voli nazionali e internazionali. A dire il vero gli aeroporti della città sarebbero sei, se vi aggiungiamo Southend e il City.  Ma l’aeroporto City è solo per voli business, mentre il Southend è troppo distante per poter essere considerato (circa 2 ore dalla città).

Gli aeroporti che utilizzerete per sbarcare alla conquista di Londra saranno quindi: Stansted, Gatwick, Heathrow e Luton. L’aeroporto principale è Heathrow, anche se i più utilizzati dall’Italia sono Gatwick e Stansted. Da questi due aeroporti in trequarti d’ora circa arriverete in città, utilizzando il treno. I bus solitamente sono meno cari, ma se si trova traffico ci si mette di più.

Io personalmente sono arrivato all’aeroporto di Gatwick, e con circa 10 sterline ho raggiunto in centro città in meno di un’ora. Arrivati in centro poi dovrete trovare il vostro albergo, e qui dovrete darvi da fare ed essere svegli se non vorrete dormire in metropolitana. Quindi o chiamerete un taxi, i classici taxi neri londinesi (per il mio credo di viaggiatore, mai taxi), o userete la metro.

Metro Londra

"vagone metro londra"

La metro di Londra è la più antica rete metropolitana del mondo e la più estesa d’Europa. Effettua servizio tutti i giorni e nei giorni di venerdì e sabato sulle linee principali funziona 24 ore al giorno. La metropolitana di Londra è un qualcosa di fantastico, impressionante. Ben tenuta, pulita, ma ciò che mi ha impressionato è la quantità di treni che vi circolano. Raramente ho atteso cinque minuti prima dell’arrivo di un convoglio. In molti casi come si arriva al binario il treno è li pronto a partire, o arriva dopo un paio di minuti. Solo se ci sfugge sotto il naso si aspettano pochi minuti.

Questo è un esempio eclatante di come dovrebbero essere i trasporti pubblici. Assolutamente fantastico spostarsi nel centro, o fuori, Londra con la metropolitana. All’inizio potrà sembrare scioccante trovarsi di fronte a queste tabelle con tantissime linee di tutti i colori. M quando si sarà presa la mano, si potrà saltare su e giù dai treni come dei novelli uomo ragno.

La metropolitana di Londra è stata inaugurata il 10 gennaio 1863 e conta 382 stazioni dislocate in tutta l’area della Grande Londra. Il gestore, la Transport for London, ha calcolato che ogni treno in un anno percorre una distanza pari a circa tre giri sulla circonferenza della Terra. Gli utenti che utilizzano la metro sono circa 28 milioni all’anno, per un numero di accessi registrati di circa 1.073.000.000 all’anno.

Metro Londra Mappa

Cosa visitare a Londra

Dopo le dovute precisazioni, inizia qui la nostra visita alla megalopoli londinese. Ho detto “nostra” perché la mia compagna di viaggio sarà mia figlia, adolescente, che per comodità chiameremo “patatina”. Sua è stata l’intuizione sull’alloggio affittato a Londra.

Si sa che questa città e molto cara, di conseguenza cari sono anche gli alloggi o gli hotel. Ma patatina ha trovato una stanza con bagno in comune in una residenza usata solitamente da studenti che studiano nella capitale inglese. Il costo è contenuto, il luogo tranquillo, e la sorpresa è, che preso possesso della stanza, troviamo anche il bagno in camera, no in comune.

Patatina non si lascia scappare l’occasione per farsi la prima doccia, con relativa asciugatura eterna dei suoi lunghi capelli. Il che significa che la prima esperienza londinese per me si traduce in un’attesa che lei si prepari. D’altra parte si sa che Londra ci aspetta, e non ci si può far cogliere impreparati. Io attendo in giardino, grazie alla porticina che ci collega direttamente ad esso. Giardino utilizzato dai giovani in estate per chiacchierare e bere birre al fresco della sera.

"palazzo del parlamento e big ben di notte londra"

Si incomincia

Alla fine dei dovuti preparativi ci dirigiamo verso la stazione della metro, a poca distanza dall’alloggio. Siamo ovviamente fuori dal centro, a South Kensington, un quartiere situato nella parte sud-occidentale di Londra. Quartiere comodo, con 10/15 minuti di metropolitana si è in centro, e per prima cosa ci dirigiamo verso Piccadilly Circus. Piazza famosa per i suoi grandi schermi luminosi e le sue insegne a led, che non la fanno certo passare inosservata. Ma non passa inosservata neppure per il grande traffico e la mega confusione che regna in ogni centimetro di piazza.

Piccadilly Circus è una piazza, nonché luogo di ritrovo, situata nella Città di Westminster. Costruita nel 1819 per collegare Regent Street con l’omonima Piccadilly col passare degli anni si è distinta come uno dei principali punti di snodo del traffico urbano.

La sua posizione, nel cuore del West End londinese, e la vicinanza con importanti luoghi di interesse come Coventry Street e The Haymarket ricche di negozi e locali alla moda, hanno reso Piccadilly Circus un punto di ritrovo, nonché un’attrattiva turistica.

A Londra c’è il West

No non mi sono fumato il cervello, con la frase a Londra c’è il West si riferisce al fatto che Piccadilly Circus si trova ne cuore del west end londinese. Cosa è il west end? Con questo termine comunemente viene indicata una vasta area situata nella Central London. Ad ovest del centro storico e finanziario (la City) e a nord del Tamigi.

Per dirla a breve è uno dei migliori luoghi al mondo per quanto riguarda cultura, intrattenimento, shopping e buona tavola. Sappiate che nel west end vi sono 2.500 ristoranti e locali, 2.000 negozi, 40 teatri, 30 musei e gallerie e sette aree verdi. A voi l’imbarazzo della scelta.

Per quando mi riguarda dopo aver visto Piccadilly, patatina reclamava un po di shopping in quel paradiso, quindi ci dirigiamo verso Regent Street.

Palace Theatre è un teatro del West End della Città di Westminster a Londra

Shopping from London

Vediamo ora per far felici tutti gli amanti degli acquisti quali sono i migliori luoghi dello shopping a Londra. Come detto Regent Street è probabilmente la più elegante via dello shopping londinese. Offre una buona varietà di punti vendita alla moda e di fascia media, accanto ad alcuni dei più famosi brand, come: Hamleys, Liberty e un Apple Store. Nelle vicinanze, la storica Jermyn Street è rinomata per l’abbigliamento maschile di qualità.

Oxford Street e l’altra rinomata via dello shopping nel cuore di Londra. Qui vi si trovano grandi e celebri grandi magazzini, come John Lewis e Debenhams, oltre che numerosi negozi di grandi marche. Ma il centro commerciale più importante di Oxford Sreet è sicuramente il leggendario Selfridges. Con i suoi sei piani e uno spazio di vendita di oltre 40 mila metri quadri.

Bond Street e Mayfair è invece la via dello shopping per chi vogli sperperare il proprio denaro. Questa è la zona dello shopping più esclusivo di Londra, con negozi e vetrine di lusso, ideali per una “shopping terapia”. Io mi sono ben guardato di portare patatina in questa via, perché al ritorno in Italia avrei voluto aver ancora la mia casa, no ipotecata. Comunque se voi vorrete ipotecare casa vostra, qui troverete tra gli Burberry, Louis Vuitton e Tiffany & Co. Quest’ultimo “Tiffany” è molto utile se volete fare una dichiarazione d’amore alla vostra “bella”…ihihihih.

Troviamo poi Knightsbridge e Brompton Road con rinomati negozi e grandi magazzini, nota soprattutto per il grande magazzino Harrods.

Per non ubriacarvi troppo di shopping concludo velocemente nominando il Covent Garden, il pittoresco Notting Hill, e Westfield Stratford City. Quest’ultimo è il centro commerciale urbano più grande d’Europa, situato vicino al Queen Elizabeth Olympic Park.

"palazzi antichi con negozi centro londra"
Rientro al College

Non avendo avuto la giornata piena causa orario di volo e spostamenti, dopo un classico Big Mac con patatine, ritorniamo al nostro alloggio. Quello che la giornata ci dava a disposizione lo abbiamo passato camminando per le vie del centro, ed entrando e uscendo dai negozi. Risultano un paio di buste dello shopping aggiunte al bagaglio per il ritorno.

Il giorno dopo nel nostro programma erano compresi: visita al Museo di Storia Naturale, l’Abbazia di Westminster, e tutto ciò che vi ruota intorno. Big Ben e Tower Bridge compresi. Ovviamente con aggiunta casuale di qualche entra/esci da qualche negozio su decisione di patatina.

Museo di Storia Naturale Londra

Il Museo di storia naturale di Londra è uno dei tre grandi musei situati a Kensington. Ospita circa 70 milioni di reperti organizzati in cinque collezioni principali: botanica, entomologia, mineralogia, paleontologia e zoologia. Un museo di notevoli dimensioni, che io e patatina tenavamo molto  di vedere. Una buona notizia, l’ingresso è gratuito.

Sarà che amo questo tipo di musei, sarà che l’ingresso è gratuito, vi consiglio di non perdervelo tra cosa vedere a Londra. Raccontarvi tutto ciò che si trova al suo interno è impossibile, scopritelo voi. Io vi aggiungo solo un po di miei fotografie. Più o meno belle, più o meno stupide.

Entrando nella hall del museo colpisce la presenza di alcuni animali di grandi dimensioni, come l’enorme scheletro del dinosauro diplodocus lungo 21 mt e il mastodonte proveniente dal Cile. Purtroppo da ciò che ho letto, lo scheletro del diplodocus che da 112 anni dava il benvenuto a turisti ha lasciato il museo nel 2017 per un tour in altri musei. Questi è stato sostituito dallo scheletro di una balenottera lungo 25,2 metri sospeso dal soffitto della Hintze Hall.

Costruito nel 1870

L’edificio costruito appositamente, nel 1870, per accogliere le collezioni di storia naturale, trasferite qui dal dal British Museum. Il museo è dislocato su 4 piani, e conta più di 33 sale espositive anche di grandi dimensioni. Potete quindi capire l’enormità e l’importanza di questo museo.

Dopo un paio d’ore passate all’interno del museo, ci dirigiamo verso la zona centrale di Londra, con l’utilissima metro. Non mi stancherò mai di elogiare la perfezione dell’organizzazione di questa rete ferroviaria sotterranea. Ti permette di raggiungere tutte le attrazioni comodamente e in breve tempo, senza consumare la suola delle scarpe.

Se vi muoverete molto con la metro, prendete in considerazione l’acquisto della Visitor Oyster Card Londra. Questa vi permetterà di prendere liberamente tutti i mezzi di trasporto. Il costo varia a seconda dei giorni, come varia il costo dei singoli viaggi, a seconda delle tratte. Cliccando qui troverete preziose informazioni sulla carta e sui biglietti.

Tower Bridge

Al Tower Bridge arriviamo alle prime ore del pomeriggio, e percorrerlo tutto con una bella passeggiata è emozionante. Ho avuto la fortuna di assistere al passaggio di una grossa nave, e veder sollevarsi il ponte per permettere alla nave di passare, è stato bellissimo.

Il Tower Bridge è situato sul fiume Tamigi, ed è considerato uno dei simboli della capitale inglese. In stile vittoriano, collega i borghi di Southwark e di Tower Hamlets, nei pressi della Torre di Londra, da cui prende il nome. Per chi lo desidera il ponte può essere visitato anche internamente, per vedere il funzionamento del sistema di elevazione del ponte.

Noi ci limitiamo come quasi tutti, a vederlo da fuori, e a scattare alcune foto di rito. Ponte che poi torneremo a vedere anche di sera, perché illuminato è una meraviglia. Da non confondere il Tower Bridge con London Bridge, quest’ultimo più semplice, meno fastoso, e ubicato ad est del Tower Bridge. London Bridge che fu il primo ponte ad essere costruito per unire le due sponde del Tamigi.

"towewr bridge illuminato di notte"
Abbazia di Westminster

L’Abbazia di Westminster (da non confondere con la Cattedrale di Westminster) è una delle chiese più famose nel mondo. Da oltre 1000 anni al centro della vita politica e religiosa d’Inghilterra e Gran Bretagna. Le origini di questa chiesa risalgono al X secolo, quando venne fondata una comunità di monaci Benedettini, mentre la costruzione dell’edificio attuale iniziò nel XIII secolo.

Si accede alla chiesa dal portone occidentale, e il suo interno è a croce latina con  tre navate. Ha una lunghezza di 156 metri ed una larghezza complessiva di 34 metri. La volta della navata centrale, risalente al 1506, raggiunge i 32 metri. Una chiesa imperiosa che non mancherà di stupirvi, come ha stupito patatina mentre mangiava il suo fresco gelato. Al ché ho consigliato di mangiare il gustoso dolce all’esterno, e poi rientrare. Ehhhh…la voglia di immergersi nuovamente nelle vie dello shopping per lei era irresistibile.

"abbazia di westminster"
Cattedrale di Westminster

La cattedrale è in stile neoromanico, con numerosi richiami all’arte bizantina. L’esterno si caratterizza per le cupole orientaleggianti, per il colore rosso dei mattoni e soprattutto per l’alta torre campanaria. Dedicata a sant’Edoardo raggiunge gli 87 metri d’altezza.

All’interno la Cattedrale di Westminster è decorata con marmi e mosaici, e ha pianta a croce latina, con tre navate, transetto e diverse cappelle. La navata centrale, che misura 52 metri, è la prima per larghezza in Inghilterra.

Iniziata ad edificare nel 1895 e i lavori si protrarranno fino al 1903, anche se la consacrazione avverrà solo nel 1910. La cattedrale è ubicata in Ashley place, poco distante dalla stazione Victoria, a Westminster.

Palazzo di Westminster

Chiaramente nei pressi dell’abbazia di Westminster si trova il Palazzo di Westminster il quale sarà impossibile che non lo notiate. Anche perché annesso vi è il mitico Big Ben. Il Palace of Westminster è conosciuto anche come Houses of Parliament in quanto qui vi hanno sede la Camera dei Comuni, e la Camera dei Lord.

L’attuale palazzo del parlamento, in passato è stato residenza reale almeno fino agli inizi del XVI secolo. L’edificio attuale è di recente costruzione, in quanto il vecchio palazzo di Westminster fu distrutto da un incendio nel 1834. Il fuoco risparmiò solo la Westminster Hall, la Jewel Tower, la cripta della cappella di Santo Stefano e il chiostro. La maggior parte della struttura attuale risale quindi al diciannovesimo secolo.

Ovviamente se vorrete potrete visitare l’interno del palazzo, con dei tour guidati, ma dovrete pagare il biglietto d’ingresso. Lo stesso dicasi per l’Abbazia di Westminster. Noi vediamo entrambi dall’esterno, perché patatina preferisce risparmiare il soldi per lo shopping. Londra non è una città da visitare a buon mercato, rispetto ad altre città è molto cara, sappiatelo.

L’idea di base di patatina era quella dello shopping e dei locali londinesi (come tutti i giovani) e io da buon padre la ho assecondata. Voi potrete concentrarvi maggiormente nel visitare tutti i luoghi d’interesse, ma sappiate poi che la vostra carta di credito poi piangerà.

"palazzo di Westminster"

London pass o city pass

In questo caso vi converrà farvi una London Pass, o city pass di Londra, una sorta di abbonamento. Con questo avrete accesso a molte attrazioni, ma non a tutte. Tanto per capirci, il famoso Museo delle Cere non è compreso (40 euro), Buckingham Palace idem (da 35 a 65 euro). Il costo del city pass può variare da 80/90 euro per un giorno ai 150 per 4 giorni. Insomma, vedete che i costi sono molto cari, e se non vorrete bruciarvi la carta di credito, dovrete per forza fare delle scelte.

"palazzo di Westminster con bandiera inglese"
Palazzo di Westminster

Londra musei gratis

Questo è il momento giusto per dirvi che esistono a Londra musei gratis. Questi musei non sono pochi, e soprattutto sono anche molto importanti, quindi potrete innanzi tutto visitare i musei gratuiti a Londra. Se come noi avrete solo 3 o 4 giorni a disposizione, vedrete che potrete evitare di spendere troppi soldi in ticket d’ingresso vari. Qui sotto inserisco la lista dei musei di Londra gratuiti.

Musei gratis Londra
  • National History Museum
  • British Museum
  • National Gallery
  • Wallace Collection
  • Tate Modern
  • Victoria-Albert Museum

Potete cliccare su questo link musei gratis Londra per sapere di cosa siano questi musei. Del National History Museum già ne abbiamo parlato. Il British Museum è stato il primo museo pubblico nazionale al mondo ed è ora uno dei più visitati nella capitale britannica. Questo museo è imperdibile, e si presenta da solo. La National Gallery ha una delle migliori collezioni d’arte al mondo, con oltre 2000 dipinti. Tanto per capirci, alcune opere di Leonardo Da Vinci o Vincent Van Gogh sono qui esposte.

Vi consiglio vivamente anche il Wallace Collection. Questo museo, in un palazzo del XVIII secolo, tra l’altro espone opere di: Tiziano, Canaletto e Rembrandt. Questo museo vanta una delle collezioni d’arte più prestigiose di Londra. Noi lo abbiamo visitato il giorno stesso della visita al Museo delle cere di Madame Tussauds, è nelle vicinanze.

La sera nel west end

Bene dopo tutto questo, al calar del sole ci si può dedicare allo shopping, e a passeggiare nelle vie del centro, con luci e vetrine illuminate. Noi ci siamo concentrati, tra le altre cose, su Primark, un’azienda irlandese specializzata nella vendita di abbigliamento. Qui i prezzi sono ottimi, e puoi girare con delle grandi borse in tessuto per lo shopping. Borse che patatina non tarda a riempire, per poi rinchiudersi in camerino, con mia buona pace.

Ed è così che la seconda sera, tra un negozio e l’atro, ci siamo ritrovati a cenare con degli hamburger seduti sul marciapiede di una via laterale di Oxford Street. Il Mac Donnald era pieno, e mia figlia ha detto che non c’era tempo da perdere, prima che i negozi chiudessero. Mahhh… sarà anche stata una via laterale, ma mica ci mancava molto che le macchine di passaggio ci portassero via le gambe con il panino in bocca. La forza dello shopping…

Museo delle cere Londra

Per il terzo giorno, la decisione su cosa visitare, ricade sull’immancabile museo delle cere di Londra e il British Museum. Il Wallace Collection Museum lo visiteremo all’uscita del museo delle cere, non programmato, essendo nelle vicinanze.

Innanzi tutto incominciamo a dire che il museo prende il nome di Madame Tussauds, una donna di origini Alsaziane. Marie Tussaud  aveva imparato l’arte di modellare la cera fin da piccola, creando i primi capolavori. Nel 1802 lascia Parigi per l’Inghilterra, portando con sé le sue opere, e da questa collezione nasce l’attuale museo.

Ormai questo tipo di museo è un marchio mondiale, di proprietà della società inglese Merlin Entertainments, la stessa che possiede anche Gardaland e Legoland.

Il marchio Madame Tussauds è presente anche a Berlino, Amsterdam, Vienna, Istanbul. E ancora, Hong Kong, Las Vegas, New York, Shanghai, Washington, Sydney, Hollywood e Los Angeles.

Il costo d’ingresso come accennato prima è molto caro (sui 40 euro), e la coda per entrare interminabile (anche due ore), ma ne vale la pena. Il museo comprende 14 aree tematiche espositive, ed è in continua mutazione. Per capirci, io lo ho visitato anni fa, e ad oggi sono stati aggiunti, o sostituiti molti personaggi. Ne è stata cambiata la disposizione, e le zone tematiche. Vediamo le principali aree tematiche più gettonate ad oggi.

Aree tematiche museo Madame Tussauds Londra
  • Area Party VIP, con le star più importanti del cinema e dello show business
  • La Royal Family, non poteva mancare
  • Film: Le stelle del cinema internazionale
  • Sport: Non solo campioni del calcio, tra gli altri Cristiano Ronaldo e Leo Messi, Usain Bolt e il tennista Rafael Nadal.
  • Cultura, scienza e politica
  • Music Megastars, con tra gli altri Lady Gaga, Rihanna, Ed Sheeran e Freddie Mercury.

Ma si continua con The Sherlock Holmes Experience, Star Wars Experience, Marvel Super Heroes 4D, e molto altro. Passerete due ore veramente uniche, imperdibile per grandi e piccini. Il motivo principale che ha spinto patatina e venire a Londra, e come lei molti altri giovani. Ma ve lo ricordo; preparatevi a una lunga coda, perché ovviamente l’ingresso è contingentato.

Museo delle cere personaggi

Ecco alcuni personaggi con cui potrete farvi dei selfie all’interno del museo di Madame Tussauds. Angelina Jolie, Ben Affleck, Brad Pitt, Cameron Diaz, Eddie Murphy, George Clooney, Jennifer Lopez, John Travolta, Johnny Depp. E ancora: Meryl Streep, Robin Williams, Will Smith, Winston Churchill, George W. Bush, Lenin, Fidel Castro, Britney Spears, Elton John, Luciano Pavarotti, Madonna… Ma molti…molti altri, la lista è interminabile.

Nelle vicinanze del museo, segnalo anche la presenza del Museo di Sherlock Holmes, museo con arredi vittoriani nella casa del famoso detective. Di seguito alcune foto del “mio museo delle cere” anno 2014… mmm già ora patatina è diventata una patatona…ahahah.

British Museum

"hall british museum"

Il British Museum è uno dei musei più antichi del mondo, che conserva ed espone una delle collezioni d’archeologia più famose al mondo. Creato nel 1753 da Sir Hans Sloane, medico e scienziato inglese che ha collezionato un patrimonio letterario e artistico donato al museo.

Il museo espone circa 8 milioni di oggetti che testimoniano la storia e la cultura dell’umanità, dalle origini alla contemporaneità. Questi è situato in Great Russell Street, non troppo distante dalla National Gallery, che potrete visitare conseguentemente. Ricordo a chi non lo ricordasse, entrambi gratuiti.

Dopo l’ingresso il British Museum ci accoglie con il suo immenso atrio situato nel centro del museo, un enorme spazio bianco con una copertura in vetro.

"londra british museum interni vasi antichi"

Gli otto milioni di oggetti della collezione sono ordinati secondo il proprio luogo di provenienza. Il museo è così grande che per visitarlo con calma sarebbe necessario dedicargli più di un giorno. Comunque per vedere i pezzi più importanti potrete metterci anche solo alcune ore come abbiamo fatto noi. Uno o due giorni alla settimana (giovedì e venerdì) chiude alle 20,30, più tardi degli altri musei. Questo vi darà modo di organizzarvi meglio qualora lo voleste.

A noi è piaciuta particolarmente l’area dedicata all’Egitto, con presenti numerose mummie imbalsamate. Poi quell’area mi ricordava tanto il Prof. Jones, già avete capito bene l’archeologo immaginario Indiana Jones, mito hollywoodiano. Ahh per informazione, l’area dedicata all’antico Egitto, è la più grande e importante, dopo quella del Museo del Cairo.

La City di notte

Dopo la visita di questi musei, le camminate per il centro, gli spostamenti in metro, vedrete che sarà arrivata sera anche in questa giornata. Noi ne abbiamo approfittato per vedere il Tower Bridge di notte, e la City di Londra illuminata.

Durante il giorno le strade di Londra sono piene di turisti e persone che ammirano i numerosi edifici, attrazioni e negozi. Ma è durante la notte che le strade di Londra prendono vita e si illuminano, dando il meglio di se. Ed è allora che anche la mia patatina da il meglio saltando da un negozio all’altro, e riempiendosi di buste dello shopping. Buste che ovviamente porterò io, a le le mani servono libere.

Dopo che avrete finito di fare shopping, e sarete usciti da qualche ristorante o bar delle strade che circondano Piccadilly Circus, Leicester Square e Covent Garden, dirigetevi verso la City di Londra. Questo storico quartiere finanziario, sede della Borsa e della Bank of England con i suoi moderni grattacieli che sovrastano le antiche stradine medievali, vi stupirà.

Vedere tutti questi grattacieli illuminati, dalle sponde del Tamigi, è una panoramica che non potrete perdervi.

Trafalgar Square – Cattedrale di San Paolo – London Eye -Ponte Westminster e Big Ben

Per il quarto e ultimo giorno il nostro programma è quello descritto nel titolo, lasciando cortesemente le valige in hotel. La solita metro di Londra sarà quanto mai utile nella giornata di oggi, che si presenta piena più che mai.

Trafalgar Square 

Trafalgar Square è una piazza di Londra dedicata al ricordo della cruenta battaglia di Trafalgar del 1805. In quell’occasione la marina britannica ottenne una grande vittoria sulla marina francese e spagnola durante le guerre napoleoniche. Ve lo ricorderete di certo, lo si studia a scuola, o almeno così mi pare che fosse…

Nella piazza si trovano una serie di sculture commemorative, e un’imponente colonna dell’ammiraglio Nelson. Con le sue fantastiche fontane e i suoi monumenti, è una destinazione immancabile per chi visita Londra. Ricordo, che in questa piazza si tengono anche numerosi eventi, essendo una delle piazze più importanti di Londra. Per chi fosse interessato, consiglio di informarsi sul luogo, o prima di partire, per vedere se è disponibile un evento.

 

"piazza con fontana statue e grande colonna nelson"
Cattedrale di San Paolo

La Cattedrale di San Paolo meglio conosciuta come St Paul’s Cathedral è una delle due cattedrali anglicane di Londra. Chiesa madre della diocesi anglicana di Londra, l’imponente edificio è considerato il capolavoro dell’architetto Christopher Wren. È il più grande edificio religioso per dimensione in Gran Bretagna.

Edificio religioso in stile classico, ha celebrato tra i più importanti eventi di Londra. Tra cui: funerale dell’ammiraglio Nelson, quello del duca di Wellington, di Winston Churchill e quello di Margaret Thatcher. Il matrimonio tra il principe Carlo e la principessa Diana, e le celebrazioni giubilari della regina Vittoria. Non ultimi i festeggiamenti per i giubilei della regina Elisabetta II (argento, oro, diamanti e 80º e 90º compleanno della regina).

"vistra cupola cattedrale san paolo londra"
London Eye

Il London Eye, anche noto come Millennium Wheel, è una ruota panoramica situata sulla riva sud del Tamigi tra il Ponte di Westminster e l’Hungerford Bridge.

Con un’altezza di 135 metri, il London Eye è la ruota panoramica più alta d’Europa. Un’opera di design e ingegneria, la ruota è diventato il simbolo moderno della capitale. La ruota panoramica regala una vista mozzafiato a 360 gradi sui monumenti più famosi di Londra. Il termine “regala” è un eufemismo, perché il prezzo di questa vista mozzafiato vi costerà 39 euro.

Patatina era euforica di poter farsi un selfie sulla ruota panoramica con Londra sullo sfondo, non stava più sulla pelle. Ma quando gli ho fatto notare che il selfie sarebbe costato 80 euro, e ciò avrebbe influito sullo shopping… Beh che dire, è ritornata nella sua pelle… ahahah. Lo ho già ripetutamente detto: Londra non è una città economica, e poi si criticano le nostre città d’arte.

Puntualizzato anche questo, e detto che patatina ha preferito lo shopping, sappiate che il London Eye è stata l’attrazione più visitata a Londra negli ultimi dieci anni. Vi sono 32 capsule di vetro che ruotano lentamente, compiendo un giro in 30 minuti. Quindi non male 80 euro a coppia ogni 30 minuti. Ogni capsula può contenere fino a 25 persone, per un totale massimo di 800 persone a giro; totale alla mano 31.200 euro ogni mezz’ora.

Voi direte “daiii esagerato, vi sono anche i biglietti ridotti”, certo, ve lo concedo. Facciamo allora 50.000 euro all’ora e non se ne parla più…ihihihih. Bene dopo aver scherzato un pò su questa attrazione, vi dico che le capsule sono 32 perché ognuna rappresenta un quartiere di Londra.

"ruota panoramica londra sulle rive del tamigi"

Ponte Westminster

Il Westminster Bridge o ponte di Westminster è un ponte pedonale e stradale sul fiume Tamigi che collega Westminster sul lato ovest e Lambeth sul lato est. O per dirlo in modo turistico collega il Big Ben con il London Eye. Con le Houses of Parliament è una delle immagini più famose del Regno Unito.

Il suo colore dominante è il verde, in assonanza con le sedute della Camera dei Comuni. Potrà sembrare stano ma fino al 1700 questo ponte non esisteva, e per attraversare il Tamigi bisognava andare a London Bridge o Putney Bridge. La costruzione e il completamento dei lavori si ebbero solo nella metà del XVII secolo. Il ponte di Westminster fu aperto nel 1750. La costruzione di questo ponte segnalò l’inizio della forte espansione del West End di Londra.

Questo ponte è lungo 262 m largo 32 m e alto 16 m, ma il ponte che vedete non è il ponte inaugurato nel 1750. Bensì l’attuale ponte in ghisa a sette archi fu costruito nel 1854-1862 da Thomas Pag, perché il primo risultava usurato e irreparabile. 

"ponte westminster con auto persone e sullo sfondo palazzo del parlamento"

The Big Ben

Ed infine eccoci al cospetto di sua maestà il Big Ben. Quest’orologio antico, insieme al Tower Bridge è una delle icone della città londinese. Probabilmente l’orologio più famoso al mondo. Questa torre torre dell’orologio è in stile neogotico, ed è alta 96 m. La sua edificazione iniziò nel 1834 e si concluse nel 1858.

Conosciuta come Clock Tower (Torre dell’Orologio), il nome fu cambiato  in Elizabeth Tower, in occasione del Giubileo di diamante di Elisabetta II nel 2012. L’orologio della Torre del Big Ben, composto da un orologio di 7 metri di diametro in ognuna delle sue facciate

In realtà il termine Big Ben non sarebbe riferito alla torre dell’orologio, ma all’enorme campana di 14 tonnellate che si trova nella torre. Campana della torre che puntualmente suona ogni 15 minuti.

Visto la rapidità con cui eravamo riusciti a vedere ciò che ci eravamo prefissati, e visto la rinuncia al London Eye, decidiamo di dedicare un po di tempo alla National Gallery.

National Gallery di Londra

Inaugurata nel 1838 dalla regina Vittoria nel bell’edificio sul lato nord di Trafalgar Square, la National Gallery custodisce opere dei più grandi maestri dell’arte occidentale dal XII al XIX secolo. Questa galleria ospita più di 2000 dipinti, sorprendenti per la loro bellezza e importanza. Al suo interno pittori famosi come: Leonardo da Vinci, Botticelli, Tiziano, Rembrandt, Caravaggio, Van Gogh. Ma anche, Velàzquez, Monet, Cèzanne, Michelangelo e Canaletto, solo per citarne alcuni.

Il museo è composto da 66 sale, suddivise in quattro sezioni.

  • dal 1250 al 1500 nella Sainsbury Wing
  • dal 1500 al 1600 nella West Wing
  • dal 1600 al 1700 nella rinnovata North Wing
  • le opere più recenti nella East Wing

Le opere d’arte moderna invece sono esposte esposte nella Tate Modern di Bankside.  La Galleria Nazionale di Londra è statale, quindi l’ingresso è gratuito. Ma le eventuali mostre temporanee che si possono trovare, solitamente sono a pagamento.

Ovviamente la nostra sarà una visita veloce, senza soffermarci troppo, per mancanza di tempo. Ma mi ripropongo di tornarci al più presto per vederla al meglio. Vedere al meglio non solo questo museo, ma anche gli altri citati prima. Il voler vedere troppo in pochi giorni, non è mai buona cosa. Si vede poco si tutto…tutto di niente.

Buckingham Palace – The Shard – Torre di Londra – Hyde Park

Meritano di essere nominati e visitati anche Buckingham Palace, The Shard e il famoso Hyde Park. Ovviamente io non sono riuscito a visitarli, in 3 giorni a Londra devi per forza fare delle scelte. Scelte che dovrete fare anche qualora decideste di starvi una settimana nelle metropoli londinese. Alla fine vi accennerò anche altre cose interessanti da visitare, e vi accorgerete che il tempo a disposizione sarà sempre poco.

Buckingham Palace

Buckingham Palace non ha bisogno di presentazioni. Tutto il mondo lo conosce come la casa della Regina, e il fulcro di celebrazioni nazionali e reali. Il palazzo abitato dalla regina e dalla famiglia reale, è visitabile in 19 spettacolari Sale di stato. Queste magnifiche sale sono decorate con i più grandi tesori della collezione reale, tra cui dipinti di Rembrandt, Rubens e Canaletto.

10 settimane ogni estate (dal 22 luglio al 2 ottobre 2022) e in date selezionate durante l’inverno e la primavera. Palazzo Reale è visitabile per 10 settimane ogni estate, e in date selezionate durante l’inverno e la primavera. Questo perché è consuetudine che durante la bella stagione la regina si ritiri al Castello di Windsor, concedendo la residenza londinese alle visite al pubblico.

Castello di Windsor che si trova a circa un’ora d’auto dal centro di Londra. Il Castello di Windsor è il castello abitato più antico e più grande del mondo. È aperto ai visitatori tutto l’anno. Fondata da Guglielmo il Conquistatore nell’XI secolo, da allora è stata la dimora di 39 monarchi.

Cosa saper sul Buckingham Palace

Il palazzo dispone di 775 stanze. Queste includono 19 sale di rappresentanza, 52 camere reali e per gli ospiti, 188 camere per il personale, 92 uffici e 78 bagni. La facciata del palazzo reale è lunga 108 metri sul fronte e l’edificio ha una profondità di 120 metri per un’altezza di 24 metri.

La Regina Elisabetta ha a disposizione circa 12 stanze, molte delle quali non sono accessibili ai turisti. Famosissimo è il balcone di Buckingham Palace, uno dei balconi più famosi al mondo. Le apparizioni del Royal Balcony hanno segnato molte ricorrenze. Dalle celebrazioni annuali del compleanno della Regina, ai Royal Weddings, nonché eventi speciali di importanza nazionale.

Da non dimenticare il famoso Cambio della Guardia (e chi non lo conosce?), la cui tradizione risale al 1660, e che si tiene davanti al palazzo.

Un palazzo meraviglioso, imperdibile con le sue lussuose stanze arredate, ma come immaginerete ovviamente è a pagamento. Il prezzo del ticket per il Buckingam Palace è di 36 euro nella versione base. Oppure dovrete pagare 66 euro per il Royal Day Out che comprende la visita a Buckingham Palace, le Royal Mews e la Queen’s Gallery.

The Shard

The Shard è il grattacielo più alto dell’Europa occidentale con i suoi 310 metri d’altezza. Questo edificio caratterizza lo skyline di Londra. Con i suoi 87 piani, The Shard include uffici ristoranti, un lussuoso hotel, appartamenti, un belvedere  e l’imponente guglia dal 73 all’87 piano.

Gli appartamenti privati della torre (dieci in totale e uno per piano) furono messi in vendita ad un prezzo che oscillava tra i 30 e 50 milioni di sterline. Il belvedere dell’edificio è conosciuto come “The View”, ed è il miglior luogo dove osservare Londra dall’alto. La sua visuale a 365° può raggiungere una visibilità fino a 65 km in giornate di sole prive di umidità.

L’unica cosa negativa di questa meraviglia, è che se si vuol goder di tanto, bisognerà strisciare la propria carta di credito. Il tutto per la modica cifra di 37 euro; ma consolatevi, i bambini sotto i 4 anni non pagano. Che dire: grande vista…grande prezzo.

"vista della city e the shard al tramonto"

Torre di Londra

La Torre medievale è una delle attrazioni più famose e frequentate di Londra ed è parte del patrimonio UNESCO. la Torre di Londra, in origine era una fortezza voluta da Guglielmo il Conquistatore, duca di Normandia. Dopo avere sconfitto Aroldo, re degli Anglosassoni, nella battaglia di Hastings (1066), il nuovo signore dell’isola doveva mantenere il controllo e stroncare ogni ribellione. La prima torre (chiamata White Tower dal XIII secolo e attualmente edificio principale del complesso) aveva questo scopo. Doveva sorvegliare l’accesso al Tamigi e ricordare a tutti la potenza normanna. Sottoposta a continua manutenzione e mai caduta in disuso, ancora oggi mostra tutta la sua inespugnabile solidità.

All’interno della Torre Bianca sono conservati i gioielli della corona, a dimostrazione di quanto ancora tutt’oggi sia impenetrabile. I 23.578 oggetti preziosi, tra diamanti, oro e altre gemme del tesoro accumulato dai sovrani inglesi nei secoli, sono tuttora nella Torre di Londra, esposti allo sguardo dei turisti. Gioielli controllati a vista dai Beefeaters, storiche guardie dalla tipica divisa rossa.

Queste guardie venivano chiamate così per loro tradizionale dieta a base di carne (segno di privilegio). I Beefeaters è dal 1303 che sorvegliano i gioielli della Corona inglese. Furono portati qui nel 1303 dopo che un ladro li aveva sottratti dall’Abbazia di Westminster. Vennero quindi  trasferiti in quello che era ritenuto essere il luogo più sicuro del regno: “La Torre di Londra”.

Il complesso è molto vasto, e ci vogliono dalle due alle tre ore per visitarlo tutto. Se vorrete potrete concentrare la visita solo sul corpo centrale, e sui gioielli della Corona.

"guardie storiche vestite nero rosso con cappello"

Torre di Londra cosa vedere

Come detto per chi è interessato la Tower of London ha molto da offrire, è può essere visitata in 2 o 3 ore. Ma vediamo cosa vedere nella Torre di Londra.

  • Gioielli della corona: chiaramente sono l’attrazione più grande, una collezione che simboleggia il potere e la cultura di un’intera nazione. I gioielli più importanti che ammirerete sono: Corona di Sant’Edoardo, usata per incoronare i monarchi nell’Abbazia di Westminster.  La Corona Imperiale di Stato, realizzata per l’incoronazione della regina Vittoria. La spada ingioiellata dell’Offerta, creata per l’incoronazione di Giorgio IV, e utilizzata poi alla cerimonia di incoronazione dei re. Non ultimo Lo scettro della colomba e lo scettro della croce, tenuto dalla monarca al momento della sua incoronazione.
  • La Torre Bianca: La White Tower è un punto di riferimento iconico di Londra che si erge da quasi un millennio. Nel corso dei secoli è stata utilizzata come residenza reale, prigione e armeria. Al suo interno si può vedere una collezione d’armi di re Carlo II risalente al XVII secolo. Collezione chiamata: Linea dei Re. Al primo piano della Torre Bianca è visitabile la Cappella di San Giovanni costruita alla fine dell’XI secolo.
  • La Fortezza: l’intera struttura che circonda e difende la torre e ciò che vi è contenuto al suo interno.

"complesso centale torre di londra quattro torri muro di cinta"

Il palazzo medievale
  • Il Palazzo Medievale: si possono visitare gli appartamenti di due re inglesi, Enrico III ed Edoardo I. Questi nel XIII secolo ampliarono le difese della fortezza e costruirono anche un nuovo lussuoso palazzo all’interno. Nella Torre di San Tommaso ad esempio si può vedere una riproduzione della camera da letto del re Edoardo I con una piccola cappella. Molto particolare invece è una curiosa collezione di oggetti rari risalenti all’epoca medievale, esposta nella Torre di Lanthorn.
  • La Torre Verde: è la torre usata come patibolo per l’esecuzione di coloro che erano stati condannati per tradimento o altri crimini. La morte nella Torre Verde era un “privilegio” riservato alle persone di alto rango o a quelli che avevano un grande sostegno popolare e non potevano essere giustiziati davanti alla folla. Tra i giustiziati illustri vi furono la regina Jane Grey che occupò il trono per soli 9 giorni. Anna Bolena e Caterina Howard entrambe mogli del re Enrico VIII d’Inghilterra. Che dire… questo Enrico VIII non amava proprio tanto le proprie mogli…. Su Anna Bolena esiste una curiosa e inquietante storia: pare che il suo fantasma si aggiri ancor oggi nella torre.
  • La casa della Regina: accanto alla Torre Verde si trova The Queen’s House, un cottage. conosciuto come il luogo in cui la regina Anna Bolena trascorse i suoi ultimi giorni prima della sua esecuzione.
  • La Torre insanguinata  chiamata così perché è associata alla scomparsa e alla presunta morte del neonato re Edoardo V e di suo fratello minore Riccardo nel 1483.
  • Mostra sulla tortura alla Torre di Londra una mostra sulla tortura nella Lower Wakefield Tower. In questa mostra si possono vedere alcuni degli elementi di tortura che venivano usati nella Torre.

"torre londra vista dal basso con muretto"

Prezzo biglietto d’ingresso Torre di Londra

Anche in questo caso il prezzo d’ingresso non ci viene incontro, e la vostra carta di credito sarà chiamata ad un ulteriore sforzo, 36 euro. Diciamo subito però, che in questo caso il prezzo del biglietto può valere ciò che andrete a vedere.

A differenza infatti di attrazioni come ad esempio il London Eye, o The Shard, dove ciò che potete vedere è solo una bella panoramica della città londinese, qui le cose da vedere son veramente molte. Quindi, almeno che voi non possediate una carta di credito molto “gonfia”, se a fine mese non vorrete piangere dovrete fare delle scelte.

Io alla Torre di Londra ho dovuto rinunciare per mancanza di tempo, ma sicuramente tornerò per visitarla. Ognuno potrà scegliere le cose che più lo attraggono.

Hyde Park

Ed eccoci giunti al più famoso, dei numerosi parchi di Londra: Hyde Park. Questo parco è il luogo perfetto dove rilassarsi, ma anche fare un picnic o giocare a passatempi come il frisbee. Se preferite un po’ di attività fisica potrete, passeggiare, correre, o andare con una bicicletta o uno skate.

Hyde Park è uno dei nove parchi Reali di Londra, ed è diviso in due parti dal lago artificiale Serpentine Lake. Sulle rive del lago durante il periodo estivo potrete anche prendere il sole, o utilizzare pedalò o barche a remi.

Il parco venne inaugurato nel 1637 e misura ben 140 ettari, nel cuore della capitale. Oltre al lago, siti di interesse al suo interno sono: lo Speakers’ Corner, la Fontana in memoria di Diana. Il monumento alle vittime dell’olocausto e il monumento alle vittime degli attentati di Londra del 2005. Se avrete del tempo a disposizione e vorrete rilassarvi, visitatelo.

"hyde park fontana con mausoleo alberi e grattacielo alle spalle"
Un particolare di Hyde Park

Cose principali da vedere a Londra

E con Hyde Park siamo arrivati alla fine del nostro viaggio, e delle cose principali da vedere a Londra. Prima di concludere quest’articolo vorrei però descrivervi l’ultima nostra sera a Londra e nominarvi alcune altre cose che potrete visitare se lo vorrete.

Per primo eccovi nomi con link per informazioni sui seguenti luoghi da visitare.

"palazzo royal navy londra"
Old Royal Naval College
Ultima sera a Londra

Ed eccoci alla fine del viaggio, e alla fine dei consigli su cosa vedere a Londra. All’inizio vi avevo parlato su cosa vedere a Londra in 3 giorni, ma qualcuno avrà notato che i giorni sono quattro. Semplicemente perché il primo giorno siamo arrivati al primo pomeriggio, e le notti nel residence sono state tre. Già, 3 notti a Londra perché la quarta io e patatina abbiamo pensato di fare una cosa alternativa.

Avendo il giorno seguente il volo per l’Italia alla mattina prestissimo, significava riposare solo tre ore in camera. Poi riposare… Vi è mai capitato di avere un volo alla mattina presto, e a disposizione solo poche ore di riposo? Chi di voi è riuscito a dormire bene quelle poche ore?

Da lì l’idea di non dormire l’ultima notte, ma di restare svegli in giro per Londra, fino alle prime ore del mattino. Prende poi il treno e andare diretti all’aeroporto. Insomma come si dice tra i giovani “fare after” ihihih. Quindi dopo aver girato tutta le sera per le vie del centro, e dopo aver recuperato i nostri trolley, ci siamo accomodati a guardare Londra che vive di notte.

Dapprima lungo Oxford Street, nei pressi di un gruppo di giovani che con i loro strumenti facevano musica da strada. In seguito, giunte le ore più piccole, ci siamo spostati nei pressi della stazione che ci avrebbe condotti all’aeroporto.

"vista londra dall alto foto bianco nero"

Un ospite poco gradito

Qui ci siamo accomodati a terra come due barboni, al di fuori della stazione, adiacenti ad una piazzetta con diversa vita notturna. Vi erano un paio di pub aperti, e questo garantiva un continuo movimento di giovani ragazzi. La strada era trafficata, anche se era notte fonda, e frontalmente vi era una piccola stazione di polizia. Quindi una zona tranquillamente sicura, dove poter trascorrere le 3/4 ore che ci separavano prima di prendere il treno per l’aeroporto.

Sistemati degli indumenti usati a terra, patatina smanettava con il suo computer, a rivedere o sistemare foto. Io dopo aver guardato un po il movimento della zona, appoggiato al muro decido di chiudere un pò gli occhi. Ed è allora che poco dopo sento un urlo da parte di mia figlia…“un topooo”. MI alzo di scatto come fosse presente un leone, ma di felini, ne di ratti nessuna traccia.

“Siii è passato proprio qui davanti a noi, mi ha guardato ed è corso via, era grossooo”. Certo che detto da lei sembrava essere passato un dinosauro, tanto è che decido di perlustrare la zona, ma del ratto nessuna traccia. Vabbè dico “ormai è passato, avrà preso più paura lui di te…”. Quindi mi ricompongo, e socchiudo nuovamente gli occhi.

Il topo… il ritorno

Dopo pochi minuti “Eccoloooo è lui è tornatoooo…”.Ribalzo in piedi velocemente e questa volta lo intravedo mentre fugge, con patatina che dice “tu ora non dormi più…fai la guardia”. Già, neanche avessi dormito molto fino al momento delle sue urla.

Decido così di alzarmi dal nostro accampamento, e curiosare dove fosse andato codesto mostro a quattro zampe. Da quel momento lo ho intravisto un paio di volte a fare i cavoli suoi, curiosare sui cestini pieni della notte prima del passaggio degli spazzini. Già, quello era il suo mondo, ed eravamo noi che gli stavamo rompendo le scatole a lui (con le urla di patatina), no lui a noi.

Una sera da non dimenticare

Comunque sia, da li ho passato quelle ore guardando il continuo via vai di gente, e cercando quello che ormai era il nostro compagno di serata: il topo. Potrà sembrare assurdo alla maggior parte di voi, ma credetemi, questa è stata la più bella serata passata a Londra. E aggiungo, non solo a Londra, ma una serate che non scorderò mai nella mia vita: io, patatina, e il topo.

Sua maestà il Big Ben

Se vi è piaciuto questo articolo su Londra, non esitate a leggere i miei altri articoli su: BerlinoFrancoforteTenerifeVenezia. Oltre alle sezioni dedicate a: IrlandaSiciliaAmsterdam e DintorniLago di Garda e altri. Se vi può interessare qui sotto trovate i MIEI LIBRI, disponibili in questo blog e in tutti gli store online.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.