"petralia sottana vista dall alto"
Posti da visitare in Sicilia,  Racconti di Viaggio

Petralia Sottana

Questo piccolo paese è posto sul versante meridionale delle Madonie e nell’omonimo parco, in una posizione strategica sull’alta valle del fiume. Si sviluppa su di un pendio che va dai 900 ai 1100 mt. La popolazione è di poco meno di 2500 abitanti.

Petralia Sottana

Petralia Sottana è un piccolo borgo siciliano che vanta una storia antichissima. Pare che le prime tracce di civiltà trovino testimonianza già nel 3000 a.C., periodo paleolitico e neolitico di cui sono state rinvenute parecchi reperti in una grotta. La grotta del “Vecchiuzzo”, situata frontalmente all’abitato.

Nulla è dato a sapersi sulla presenza greca o meno nel 750-730 a.C. mentre sicura è la presenza dei conquistatori romani. Gli abitanti dell’antica Petra preferirono sottomettersi che combattere contro il più forte esercito.

Come per tutta la Sicilia l’antica Petralia Sottana conoscerà nei secoli varie dominazioni. Dai Bizantini agli arabi e normanni. Solo in un documento del 1258 appaiono per la prima volta distinte Petra “inferior” (Petralia Sottana) e Petra “superior” (Petralia Soprana). In origine i due paesi erano quasi certamente un’unica comunità. Su quale delle due sia la più antica esiste un’antica contesa ancor oggi aperta tra i due vicini borghi.

I due paesi, anche se facenti parte di due comuni differenti, sono tanto vicini e simili, che quando li ho visitati mi sono confuso. Ho creduto di essere a Petralia Soprana, quando invece ero alloggiato a Petralia Sottana. Lo stesso nome non aiuta, solo conseguentemente mi sono reso conto e ho fatto chiarezza.

"scalinata in pietra tra case in pietra"

Petralia Sottana cosa vedere

Ma cosa vedere a Petralia Sottana? Innanzi tutto diciamo che si trova circondati da distese infinite di pascoli e bei paesaggi. Il comune di Petralia Soprana è caratterizzato da piccoli viottoli suggestivi, numerose chiese e costruzioni rigorosamente in pietra.

Nominato come “Borgo dei Borghi 2018” tra le cose da vedere a Petralia Soprana citiamo, la Chiesa dei Santi Pietro e Paolo (San Pietro è il patrono del paese). La Fontana dei Quattro Cannoli, la centralissima Piazza del Popolo, e la via Turistica dove ammirare il panorama. Si trova poi anche la Chiesa Santa Maria di Loreto e il Museo di Arte Contemporanea Sotto Sale. Quest’ultimo ospita sculture di sale derivanti dagli 80 chilometri di gallerie della miniera di sale Italkali di Raffo.

Sicuramente il tema dominante in questo piccolo borgo di pietra sono le numerose chiese di pregio come la chiesa di Santa Maria Assunta. La chiesa è posta su di una piazza con terrazza da cui si può ammirare uno splendido panorama. La chiesa a tre navate è stuccata con elementi barocchi. Ospita anche una statua del patrono San Calogero del seicento.

"centro borgo case in pietra"

Basilica di Maria SS. Assunta Petralia Sottana

La Basilica di Maria SS. Assunta (Chiesa Madre), è collocata in Piazza Umberto I. Questa bella piazza- terrazza si affaccia sulla vallata dell’Imera Meridionale, e l’edificio domina tutto il centro abitato. La chiesa fu riedificata nel 1633, ma nella sua struttura e al suo interno conserva ancora elementi architettonici e artistici della costruzione precedente del XV secolo. Di rilievo sono, un elegante portale gotico-catalano e l’imponente campanile in pietra bianca. L’interno con opere dal XIII al XIX secolo. 

Da vedere anche la chiesa di San Francesco, posta su una piazzola nella via principale.

"tulipani rossi primo piano campanile e case nello sfondo"

Chiesa di San Francesco

La Chiesa di San Francesco, in Corso Paola Agliata, 114. Chiesa dalla struttura tardo medioevale e gli interni in stile “barocchetto madonita” affiancata dall’ex convento e da un campanile ricostruito nel 1744. Negli interni vi sono affreschi del XVII secolo con storie di San Francesco, della Vergine e di Cristo. Numerose le opere d’arte presenti, come un pulpito settecentesco in legno dorato di Pietro Bencivinni (XVII sec.). Una tela della Madonna degli Angeli, e due tele di San Francesco che riceve le stimmate del 1624.

Nel prospetto della chiesa vi è una tabella in marmo per la conversione delle antiche misure datata 28 aprile 1862. Si tratta delle antiche unità di misura presenti in Sicilia, e questa tabella mi ha colpito molto per la sua unicità.

Chiesa di San Francesco, sulla sinistra la tabella delle conversioni delle unità di misura
Festa patronale di San Calogero

La festa patronale di San Calogero si tiene il 17 e 18 giugno. I festeggiamenti in onore del santo patrono di Petralia Sottana, sono preceduti dalla tradizionale settimana di preparazione alla festa.

"corte interna del borgo in pietra"

Scrittore/Fotografo/Blogger