"scala a chiocciola antica"
Racconti di Viaggio,  Venezia

Scala Contarini del Bovolo Venezia

La Scala Contarini del Bovolo è considerata il più pregevole e imponente esempio di scala a chiocciola veneziana. La struttura in tardo gotico, venne commissionata da Pietro Contarini verso la fine del XV secolo per unificare le due ali del palazzo di famiglia. Edificio di quattro piani che fu costruito tra il Trecento e il Quattrocento come dimora dei Contarini “di San Paternian”.

Il suo nome “Bovolo”, deriva dalla sua forma a chiocciola, che in veneziano viene appunto chiamato bovolo. Dopo approfonditi studi, il progetto e la sua realizzazione sono attribuiti a un artigiano locale individuato nel veneziano Giovanni Candi.

Scala Contarini del Bovolo

La scala è considerata la sintesi di tre stili architettonici. Il rinascimentale (per l’utilizzo di alcuni elementi come i capitelli). Gotico, per la tecnica costruttiva, e veneto-bizantino, per la sua forma. E’ caratterizzata da 80 gradini in pietra d’Istria di forma trapezoidale.

Esternamente la sua forma è cilindrica, intervallata da archi e balaustre, con un’altezza di 26 metri. La sua sommità è ricoperta da una cupola semicircolare, e offre un fantastico belvedere sui tetti delle case veneziane circostanti. Si tratta di uno dei simboli più caratteristici di Venezia, e può essere considerata uno dei gioielli nascosti di Venezia.

Scala Contarini Bovolo dove si trova

Lo scrittore inglese John Ruskin considerava Palazzo Contarini del Bovolo uno dei più bei edifici di tutta la laguna di Venezia. Il Palazzo con la sua scala si trova nel sestiere di San Marco, vicino Campo Manin, in un angolo piuttosto nascosto di Venezia. Seguendo la mappa la troverete, ma vedrete che è un luogo che o lo cercate, o non ci passerete mai.

"scala contarini del bovolo una scala chiocciola gotico rinascimentale con architettura venta illuminata di notte"

Scala Contarini storia

Sembra che l’edificio sia stato realizzato prima del XIII secolo dall’architetto bresciano Matteo Raverti. Nel 1444 l’edificio venne acquistato dalla famiglia Contarini, nobile famiglia veneziana che aveva dato alla città diversi Dogi. 

All’inizio del 1800, dopo l’estinzione dell’ultimo discendente della famiglia Contarini, il palazzo venne trasformato in un locanda, chiamata “Del Maltese”. Arnaux Marseille, detto il Maltese, si dice fosse un personaggio singolare e avventuroso, tanto da ispirare il celebre protagonista dei fumetti Corto Maltese, di Hugo Pratt.

Ancor oggi il giardino di Palazzo Contarini alla Porta di Ferro viene chiamato corte del maltese. La calle che porta al campiello del palazzo, prende il nome dalla vecchia locanda, Calle delle locande. L’antico nome dato da Arnaux Marselle, Locanda della Scala.

Grazie alla sua posizione sopraelevata rispetto agli altri edifici, nella seconda metà dell’800, il palazzo venne utilizzato per le osservazioni astronomiche di Wilhelm Tempel.

Leggende

Secondo una leggenda, si narra, che Pietro Contarini fece costruire questa scala per poter salire a cavallo nella sua camera da letto, che era posta all’ultimo piano dell’edificio. Ovviamente questa assurdità è solo una leggenda, come altre che popolano luoghi così affascinanti.

Scrittore/Fotografo/Blogger

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *