"primo piano stele del pane con incisioni"
Racconti di Viaggio

Stele del pane Venezia

Questa stele (pietra di marmo con iscrizioni) è uno dei posti nascosti a Venezia da scoprire. Qualcosa di assolutamente eccezionale per la sua curiosità e importanza. Il bello è che si trova in uno dei luoghi più frequentati di Venezia, ovvero tra Sotoportego Falier e Sotoportego del Magazen. Praticamente quasi in Campo Santi Apostoli a Cannaregio.

A voi il nome di questo luogo non dirà nulla, ma si trova proprio lungo la Strada Nova, la strada che collega la stazione ferroviaria con Rialto. Quindi se dalla stazione andrete verso Rialto/San Marco vi passerete proprio di fianco. Se ci siete già andati, gli siete passati accanto senza sapere della sua importanza.

Ma ora vediamo di capire cosa sia questa Stele del pane a Venezia cosa sia.

Venezia stele del pane

Questa stele del pane è tanto importante perché è l’ultima stele del pane rimasta a Venezia delle numerose che erano esposte. Venivano collocate nella varie calli e campi durante la Repubblica della Serenissima.
In questa stele vi è inciso il proclama emanato dalla Repubblica contro produzione e la vendita abusiva del pane. Ciò per tutelare i cittadini dal cibo di incerta provenienza o scarsa qualità.
Questa stele è stata realizzata in pietra d’Istria nel 1727 e sotto l’effinge del leone marciano sostanzialmente vi è inciso questo. “Viene vietata la produzione e la vendita clandestina di pane, e tutti coloro che trasgrediranno l’ordine di non vendere o cuocere pane in altri luoghi che non siano i negozi dei pistori, sarà punito con l’ammenda di 25 ducati e la prigione. Se i trasgressori saranno forneri la pena sarà duplicata”.

Il proclama prosegue proibendo anche ai barcaroli di trasportare pane di contrabbando o anche solo di condurre persone che ne avessero con sé. Pena, vedersi bruciare la barca e la sospensione della licenza per minimo due anni.

"stele del pane in marmo bianco con regolamenti incisi"

Il proclama inciso sulla stele di pietra

Di seguito ciò che integralmente troverete inciso sull’ultima stele di pietra rimasta.

IL SERENISSIMO PRENCIPE FA SAPER.
ET ED ORDINE DELL’ILLVSTRISSIMO ET ECCELLENTISIMO SIGNOR
INQVISITOR SOPRA DATII.
CHE ALCVNO COSI HVOMO COME DONNA NON ARDISCA DI FABBRICAR
O FAR FABRICAR VENDER E FAR VENDER PANE DI FARINA DI FORMENTO
IN QVAL SI SIA LVOGO DELLA CITTA COSI FORESTO COME CASALINO
NELLE CASE NE IN BARCHE NE PER LE STRADE ALLA PORTA DI GHETO
RIVA DELL OGLIO SANTI APOSTOLI NE IN ALTRI LVOGHI DELLA CITTA
IN PENA DI CORDA PREGGION GALERA E DE DVCATI VINTICINQVE
PER CADAVNO OGNI VOLTA CHE CONTRAFACESSERO LA METTA DE
QVALI SU DE MINISTRI CHE FACESSERO LE RETENTIONI DELLI REI OLTRE
LA META DEL PANE E DVCATI CINQVE DALL ARTE DE PISTORI NE
POSSINO VSCIR DI PREGGIONE LI RETENTI SE NON HAVERANNO VNA
FEDE DAL GASTALDO SVDDETTO CHE SU STATA REINTEGRATA L
ARTE DELLI DVCATI CINQVE ESBORSATI SE SI TROVASERO TRANSGR
ESORI LI FORNERI CADINO IN PENA DVPLICATA GIA DECRETATA.
LI PVTTI DI ETA NON OTTIMA POSSINO ESSER RETENTI E POSTI
PER MOZZI SOPRA LE PVBLICE NAVI E S INTENDANO INCORSI E SOT
TOPOSTI A TVTTE LE PENE SOPRADETTE QVELLI CHE LI HAVESSERO
MANDATI A VENDER DETTO PANE.
SE ALCVNO ARDISCE DI TEMERARIAMENTE OSTARE ALLE RETENTIONI
E REI O ALL’ASPORTO DEL PANE S INDENDI CADVTO E SOCCOMBENTE
ALLE PENE MEDESIME DE DELINQVENTI E POSSINO TANTO GL VNI
QVANTO OGN ALTRO ESSER RETENTI DA OGNI CAPITANIO
CON LI PREMU SOPRADETTI.

continua……


POSSINO PVR ESSER RETENTI LI MAGAZENIERI OSTI E QVEI DELLE
CAMERE LOCANDE CHE TENESSERO PAN FORESTIER O D OGNI ALTRO
LVOGO FVORI DA QVEI PISTORI CHE FVSSERO OGLIGATI A RICEVERLO
SEMPRE SEGNATO E MARCATO GIVSTO ALL OBLIGO DELI STESSI
E NON ESSENDO CON TALI REQVESITI S INTENDI SEMPRE PER CONTRA
BANDO E LI MEDESIMI SOGGIETI ALLE SOPRADETTE PENE.
LI BARCAROLI CHE CONDVCESSERO PANE IN QVESTA CITTA E’ L
VASSERO PERSONE CHE NE PORTASSERO CADINO NELLA PENA DE
DVCATI VINTICINQVE E D ESSERLI ABBRVCIATA LA BARCA E’ S
INTENDINO BANDITI PER ANNI DVE DA QVEL TRAGHETTO IN
CVI ESERCITASSERO LA LA LIBERTA.
SIA IL PRESENTE PROCLAMA STAMPATO PVBLICATO ET INCISO
IN MARMO ALLA PORTA DEL GHETTO RIVA DELL OGLIO SANTI
APOSTOLI SAN MARTIN ET ALTRI LVOGHI PIV FREQVENTATI DA
CONTRAFACIENTI ACCIO RESTI PRESTATA L’INTIERA OBBEDIENZA
ALLO STESO NE POSSA ESSER ADOTTO PRETESTO D IGNORANZA
PER VENIRE IN LVME DE REI SI ACCETTARANNO DENONCIE SECRETE
E SI FORMERA PROCESSO PER VIA D INQVISITIONE CONTRO SIMILI CON
TRAFATTORI ONDE SI ESTIRPI VN DISORDINE SI PERNITIOSO NON SOLO
ALL INTERESSE DEL PVBLICO CHE A QVELO DEL ARTE DE PISTORI.
DAT. LI 07 OTTOBRE 1707.
GIO. BATTISTA LIPPOMANO INQVISITOR SOPRA DACII
CANDIDO QVERINI NOD. DELL’INQVISIT.
ADI. 31 OTTOBRE 1727 PVBLICATO SOPRA LE SCALE
DI SAN MARCO E DI RIALTO ET ALTRI LOCHI.

Stele del pane curiosità

Peculiarità molto interessante di questa stele è che risulta scritta in entrambi i lati, ovvero
anche nel lato dal canale. Questo perché le regole fossero ben visibili anche ai gondolieri e ai barcaroli che transitassero nel rio dei Santi Apostoli. Infatti in questo rio transitavano numerosi barcaroli anche per via dei collegamenti del traghetto da e per Murano. Lo “stazio” (zona in cui stazionano le gondole) si trovava poco lontano da lì.

Per ordine dell’Inquisitore l’avviso doveva essere stampato, pubblicato e scolpito nel marmo nei luoghi di passaggio più frequentati. Infine si rendeva nota la possibilità di presentare anche denunce anonime. A queste sarebbero seguite accertamenti e un regolare processo contro i trasgressori, dopo il responso dell’Inquisitore. Si, regolare processo…sperando che poi fosse regolare, perché non so se avete visto le carceri di Venezia. Finirci dentro poteva dire non uscirne più.

"campo santi apostoli albero in centro edicola giornali persone e case tutto attorno"
Campo Santi Apostoli
Strada Nova una curiosità

Dopo aver parlato di uno dei luoghi nascosti a Venezia, una curiosità sulla Strada Nova, nominata prima, che forse non sapete. Se volete scoprire altri luoghi poco noti di Venezia cliccate qui. Questa Strada Nova costituisce l’asse viario principale del sestiere di Cannaregio e collega la stazione di Santa Lucia con Rialto.
La Strada Nova nella sua forma attuale, è il risultato di una serie di interventi urbanistici avvenuti in momenti successivi. Questi erano atti a creare un accesso pedonale rapido tra Rialto e la stazione ferroviaria, demolendo gli edifici che creavano altrimenti un lungo percorso tortuoso tra strette calli. Iniziato nel 1818, sotto il governo austriaco, con l’interramento del rio dei Do Ponti, nel tratto compreso tra il Ponte delle Guglie e il campo dell’Anconetta.

Proseguirà poi con successivi interventi nel 1844 e nel 1866. Questo perché con la nascita della stazione ferroviaria di Santa Lucia, era sorto il bisogno di semplificare e velocizzare i flusso pedonale da Rialto alla stazione. Fino prima dell’avvento della stazione ferroviaria non ve ne era sentito il bisogno, perché il flusso si concentrava prevalentemente lungo il Canal Grande e nella zona Rialto – San Marco – Arsenale.

Campo Santi Apostoli, in fondo a sinistra il palazzo dove si trova sotoportego Falier e la stele
Stele del pane dove si trova

In conclusione, la prossima volta che passeggerete verso San Marco e vi passerete a fianco, fermatevi ad osservarla. Questa stele è un pezzo storico molto importante anche se sconosciuta ai più. Come detto si trova tra Sotoportego Falier e Sotoportego del Magazen vicino al Campo Santi Apostoli a Cannaregio.

Per altri luoghi da scoprire a Venezia clicca qui…

Scrittore/Fotografo/Blogger

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *